Acquisizione Qualcomm da parte di Broadcom: Trump blocca tutto

14 Marzo, 2018, 12:25 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Il bacio di Trump terrorizza Broadcom

Quella di Broadcom su Qualcomm più che un'OPA è stata una vera e propria telenovela visto che nelle ultime ore, tra l'altro, ha portato il WSJ ad ipotizzare il lancio di un'offerta su Qualcomm da parte di Intel che, in questo modo, avrebbe evitato la nascita di un colosso del settore, nonché di un'azienda concorrente alquanto temibile nel ramo dei chip per i computer e per i telefonini. La scelta, d'altronde, ha seguito l'intervento, altrettanto irrituale, del Committee on Foreign Investment americano (Cfius), un comitato inter-agenzia del governo federale degli Stati Uniti che si occupa di analizzare le implicazioni per la sicurezza nazionale degli investimenti stranieri negli Stati Uniti. Di recente le agenzie di intelligence d'Oltreoceano avevano addirittura consigliato ai cittadini di astenersi dall'acquistare prodotti Huawei e ZTE, aziende considerate troppo vicine al governo cinese.

Ci sono già dei precedenti in cui Trump ha bloccato delle acquisizioni simili.

Secondo quanto riferito dalla stampa americana, sembra che Broadcom fosse a conoscenza del fatto che Trump o il Dipartimento di Giustizia avrebbero fatto di tutto per bloccare la fusione, e proprio a tal proposito ha cercato di evitarla. Non è la prima volta che Trump blocca l'acquisizione di una realtà americana per mano di un'azienda cinese; lo scorso settembre aveva impedito ad una realtà governativa cinese di acquisire una realtà americana produttrice di semiconduttori. Qualcomm aveva dichiarato che l'assemblea degli azionisti, inizialmente programmata per il 5 aprile, sarebbe stata rimandata al 23 marzo.

Qualcomm ha infatti annunciato ufficialmente di aver ricevuto un ordine presidenziale che le intima di cessare ogni rapporto con la società che vorrebbe comprarla (per oltre 100 miliardi di dollari). Attraverso questa mossa, la compagnia asiatica spera di evadere l'ordinanza di Trump.

Dal divieto di Trump, emerge la volontà di tutelare il patrimonio di ricerca e sviluppo "interno" di Qualcomm e la via Usa al 5G, messo a rischio dalle operazioni di acquisizioni con i finanziamenti dei fondi di private equity che puntano poi a monetizzare. Quasi sicuramente la cosa finirà in tribunale.