Arrestato attore di Gomorra, spacciava droga a Scampia

14 Marzo, 2018, 16:16 | Autore: Menodora Allio
  • Gomorra arrestato attore del cast per spaccio di droga a Scampia

Il fatto che spesso i film non siano poi così lontani dalla realtà lo dimostrano le vicende accadute a Napoli il 14 marzo 2018.

Come accennato, non è la prima volta che Salvatore Russo finisce in manette.

Gomorra è un film del 2008 diretto da Matteo Garrone, ispirato all'omonimo best seller di Roberto Saviano. Russo sarebbe uno dei tre componenti del gruppo della Vanella Grassi che dirigeva lo spaccio di droga nel Lotto P, chiamato anche "Case dei Puffi". Si tratta di Salvatore Russo, che nella pellicola del 2008 interpretava l'uomo che, per conto di un clan della camorra, metteva alla prova il coraggio dei giovani aspiranti camorristi facendo indossare loro un giubbotto antiproiettile e sparandogli contro.

I militari hanno posto sotto sequestro oltre tre chili di sostanza stupefacente.

Russo era stato già arrestato il 26 novembre 2016 nel corso di un blitz dei Carabinieri sempre nelle "Case dei puffi", colto in flagranza mentre fungeva da vedetta ordinando i tossicodipendenti in attesa per l'acquisto delle dosi di eroina o cocaina.

Insieme a lui sono finiti in manette Giovanni Miano 35 anni di Scampia, Giuseppe Molfetta, 37 anni di Melito, Vincenzo Moxedano, 24enne di Scampia, Alessandro Lubrano 35 anni, Salvatore Ruggiero detto 'Spongebob', 28enne di Scampia, Raffaele Spennagallo 33 anni, Giuseppa Roselli e Nacarlo Daniela. Seguì, con l'accusa di spaccio di droga, un dipendente del Comune di Napoli e poi toccò a una comparsa, fermata per estorsione al parco saraceno di Castel Volturno.

Infine, è stato condotto in carcere anche Bernardino Terracciano che in Gomorra interpretava il ruolo di un boss e che, oggi, è stato condannato all'ergastolo per duplice omicidio.