Casa » Sport

Ferrari: Vettel, SF71H è una buona base

14 Marzo, 2018, 10:55 | Autore: Ave Pintor
  • Mercedes fa paura Ferrari in cerca di sviluppo cosa hanno detto i test F1 di Barcellona

La SF71H è una buona base da cui partire. "Se batti Lewis o Alonso in definitiva è meglio e ti fa essere orgaglioso". Molte squadre, compresi i principali avversari per il titolo, hanno percorso tanti chilometri nei test. La Ferrari non è stata da meno: "Abbiamo fatto un buon lavoro anche noi in termini di distanza percorsa, coprendo in totale 4.323 chilometri". Da parte mia ne ho fatti 875 in un giorno, l'equivalente di 188 giri, e un totale di quasi tremila. Sebastian Vettel, attraverso il sito delCavallino, si mostra fiducioso dopo i test di Barcellona e siprepara per la prima gara del Mondiale, il 25 marzo a Melbourne."Ora lavoreremo sullo sviluppo per esplorarne e migliorarneancora il potenziale - dice il tedesco, al quarto anno con laRossa - Ho molta fiducia nella squadra, conosco le capacità e ladedizione dei ragazzi di Maranello". Non abbiamo avuto nessun vero problema sulla macchina, e mi sono anche divertito a guidarla. Mercedes e Red Bull hanno usato un solo tipo di pneumatico per la simulazione di gara. "Non vedo l'ora di cominciare, ho fiducia nella nostra auto".

RIVALE HAMILTON - Su Lewis Hamilton: "Lewis è un quattro volte iridato, uno dei migliori della Formula 1". Il tedesco della Ferrari è pronto a sfidare Hamilton: "È un mio rivale in pista e e non nella vita".

La Ferrari è dal 2016 che sta sviluppando un flusso che lambisce la parte finale del fondo: inizialmente era stato ricavato una sorta di canale che iniziava ben prima del gomito del profilo estrattore e sfogava ai lati della struttura deformabile posteriore, sfruttando la forma a chiglia della coda, dietro alla trasmissione, per andare a energizzare i micro flap che il regolamento concede di montare a sbalzo del bordo d'uscita del diffusore.

La SF71H ha allungato il passo con un piccolo spostamento della ruota anteriore in avanti (è stata anticipata anche la bocca dei radiatori perché non c'è più il convogliatore di flusso separato dalle fiancate) e con una più marcata crescita nel retrotreno. Se pensi sempre a come arrivare a destinazione più velocemente, perdi i passaggi intermedi", sottolinea Vettel, che sebbene Lewis Hamilton e la Mercedes restino l'ostacolo più alto non vuole alimentare il mito del campione in carica: "E' un avversario in pista, non nella vita.

Infine sull'addio alle ombrelline: "A me sta benissimo vedere i ragazzini in griglia, come accade nel calcio da tempo. E' una bella idea per la Formula 1". "Ho rispetto della sicurezza".

CHE BELLO TAGLIARE IL PRATO - Poi Seb rivela anche un lato più privato, qualcosa che gli dà veramente soddisfazione: "È tagliare il prato".