L'Università di Pisa celebra il Pi greco

14 Marzo, 2018, 11:30 | Autore: Menodora Allio
  • L'Università di Pisa celebra il Pi greco

La prima edizione del Giorno del Pi greco prevedeva il marciare in cerchio intorno all'Exploratorium di San Francisco e il preparare torte (per la somiglianza tra le parole "pie", torta, e "pi").

Sara' invece senza confini l'iniziativa 'Pi in the sky' promossa dal Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, che dal suo sito sfidera' gli studenti di tutto il mondo ad utilizzare il Pi greco per risolvere problemi matematici simili a quelli affrontati ogni giorno dai veri esploratori dello spazio, tra sonde, pianeti e asteroidi.

Anche le classi quarte e quinte della scuola primaria Fermi, aderendo all'invito del Ministero, parteciperanno al pi greco day proponendo attività logiche e matematiche diverse (giochi, quiz, kahoot, plickers...) con lo scopo di avvicinare gli alunni alla matematica e alle discipline scientifiche.

Essendo un numero decimale illimitato e non periodico, il pi greco è composto da infinite cifre che - al contrario dei numeri periodici - non si ripetono secondo un pattern finito. La costante matematica più conosciuta viene celebrata nel "Pi Greco Day" o - come dicono gli inglesi - "Pi Day".

L'"Einaudi Pi greco day" si concluderà con un flash mob a Riva della Darsena accanto alla statua in bronzo di Archimede.

Il delizioso Doodle di oggi - realizzato dal pluripremiato pasticciere e creatore del Cronut (dolce che unisce l'impasto del cornetto con quello del donut) Dominique Ansel - rende omaggio a questa costante matematica a tutto tondo, rappresentando la formula pi con una gustosissima torta, della quale potete gustarvi la preparazione nel video in apertura dell'articolo. In realtà il pi greco serve a molte altre cose, e trova applicazione nella relatività generale di Albert Einstein come nel calcolo della probabilità, nell'elettromagnetismo e nella meccanica quantistica, per fare qualche esempio. Ecco un piccolo trucco.

La data è stata scelta dalla combinazione anglosassone di anteporre il mese al giorno: il 3 per indicare marzo e il 14 per indicare il giorno.