Effetto Amazon su Toys R' Us: il gigante dei giocattoli dichiara bancarotta

16 Marzo, 2018, 02:25 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Toys R Us to close stores

Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, citando fonti anonime, la società avrebbe deciso di vendere o chiudere i suoi negozi negli States, lasciando aperti quelli in altri Paesi nel mondo e mettendo a rischio il posto di lavoro di circa 33mila dipendenti statunitensi.

E' un vero e proprio "effetto Amazon" quello che si è abbattuto sul gigante dei giocattoli americano, Toys R' Us. Fondata nel 1948, la compagnia è in amministrazione controllata da settembre, schiacciata dall "e commercè e dai suoi debiti". Il gruppo, che nel 2007 gestiva un giro d'affari di quasi 14 miliardi di dollari, dovrebbe presentare la richiesta di messa in liquidazione già oggi.

Alla base della chiusura ci sarebbe l'impossibilità di competere con i big delle vendite on line e un debito di oltre 7 miliardi di dollari.

L'annuncio è stato fatto dall'amministratore delegato, David Brandon, che ha parlato di "un giorno profondamente triste per noi come per milioni di bambini e famiglie che abbiamo servito negli ultimi 70 anni".

Il gruppo ha inoltre annunciato che chiuderà le proprie attività anche in Canada, Giappone, Germania, Austria e Svizzera, mentre per ora resteranno attivi i punti vendita in Polonia, Francia, Australia, Spagna e Portogallo.

Washington - La storica catena di distributori di giocattoli Toys R Us liquiderà tutti i suoi punti vendita negli Stati Uniti. Quindi liquiderebbe il resto dei negozi, dice ancora la Cnbc.