Messi Argentina, la Pulce: "Se non vinco i Mondiali, lascio"

21 Marzo, 2018, 23:07 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Messi in campo contro la Russia- Reuters

In una lunga intervista rilasciata al programma "La Cornice", sul canale America TV, Leo Messi si è soffermato in particolare sul prossimo Mondiale 2018 e sul ruolo che avrà l'Argentina. Alla fine è un gioco, tutti vogliamo vincere ed essere campioni: ma il calcio è pieno di sorprese, è uno sport dove succedono tante cose e dove non sempre vince il migliore. SITE Intelligence Group, organizzazione che monitora i jihadisti, ha diffuso un'immagine di Lionel Messi (Barcellona) in ginocchio nel mezzo dello stadio Lužniki di Mosca. "Realmente sono pochi quelli che parlano male della Seleccion, magari potessimo continuare a viverla in altre competizioni". Per questo piansi nel 2014: "sappiamo quanto è difficile vincere un Mondiale e arrivarci così vicino è stato doloroso". "Per questo se dovessimo perdere anche questo mondiale credo che vorranno che tutto il nostro gruppo abbandoni la nazionale".

Non so dove sarò, dove andrò a vivere, se qui a Barcellona o a Rosario. Sto bene. Quando avevo 12 anni i miei genitori mi hanno fatto iniettare ormoni per la crescita e non hanno fatto male, era qualcosa di normale per me. Diretta su Rai1. La partita va in scena in quel dell'Etihad Stadium di Manchester, abitualmente casa del Manchester City, la squadra di club allenata da Josep Guardiola: dunque sono tantissimi i corsi e i ricorsi storici che si annidano attorno alla storia di una sfida che, al di là del blasone delle due contendenti, non ha molto da dire. Ma quando noi argentini ci uniamo riusciamo ad ottenere grandi cose, e spero questa situazione possa risolversi. "Quello di Thiago, invece, fu un parto complicato; ovviamente sono felice anche dell'arrivo di Ciro". E tutto ciò che devono sapere sanno. L'ultima volta che ho pianto è stata per felicità, dopo la nascita di Mateo, il mio secondo figlio: ho assistito al parto.