Vasco Rossi: "Nessuno è obbligato a venire ai miei concerti"

30 Marzo, 2018, 19:14 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Lo sfogo di Vasco contro i “social-mentecatti”: «non venite ai miei concerti»

Pare, infatti, che il vista del suo tour nazionale, erano spuntati ben otto siti internet che si fingevano per rivenditori ufficiali dei biglietti, di fatto rubando i soldi dei fan che, illusi, pensavano di essersi assicurati la presenza allo show del loro beniamino.

"Chiunque ha avuto a che fare con me è stato sempre ripagato con onori, glorie, riconoscimenti o divertimento - aggiunge, per poi sferrare l'assalto - ai social-mentecatti che mi immaginano nelle mani di altri o pensano di sapere come devo comportarmi rispondo che Vasco Rossi sono io, non è un nome d'arte". Confermati Matt Laug, Claudio Golinelli, Alberto Rocchetti, Frank Nemola, Stef Burns, Vince Pàstano e la new entry Beatrice Antolini che - per quest'anno - sostituirà Clara Moroni e Andrea Innesto, quest'ultimo al fianco di Vasco dagli anni '80.

"Ai pochi, sempre comunque molto attivi e rumorosi sui social, che sostengono dovrei ringraziare qualcuno o loro per primi per quello che sono o per quello che ho realizzato rispondo che io ringrazio sempre e solo il cielo e la chitarra". Ma potrebbero esserci numerosi altri acquirenti che scopriranno il raggiro subito solo una volta presentatisi all'ingresso del concerto. Nessuno è obbligato a venire ai miei concerti.

E conclude: "Niente e nessuno mi può condizionare".

Quello del soundcheck, evento più intimo rispetto alla classica data zero del tour aperta al pubblico, è uno dei momenti più apprezzati dal pubblico del Blasco, un'esperienza ravvicinata che crea senso di comunità e avvicina i fan all'artista, come dimostra il video del soundcheck del Vasco Live Kom 015 che si tenne a Bari. Devo essere io ad andare sul palco E devo essere convinto io Per con. vincere!

Consigliato: