Autismo, i vigili del fuoco sposano il blu

04 Aprile, 2018, 19:19 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Autismo, i vigili del fuoco sposano il blu

La donna non ha dato peso pensando che l'uomo fosse lì per puro caso.

Nella giornata del 26 marzo scorso, una volante della Questura di Como è intervenuta in un parcheggio per l'incendio di un´autovettura unitamente a personale dei Vigili del Fuoco. Ad avvisare le forze dell'ordine la proprietaria dell'auto che era insieme alla figlia. Il soggetto si allontanava di qualche metro per poi tornare sui suoi passi e avvicinarsi alla parte anteriore sinistra dell'autovettura, ove nuovamente si chinava più volte armeggiando e dopo aver gettato qualcosa sul cofano, da cui scaturiva una forte fiamma, si allontanava velocemente.

Durante il sopralluogo effettuato anche con l'ausilio della Polizia Scientifica, veniva rinvenuta sulla ruota posteriore destra una candela di colore rosa, contenuta in un recipiente di vetro parzialmente consumata. La donna ha deciso quindi di presentare denuncia per il reato di atti persecutori ed è stata lei stessa a riconoscere l'uomo nelle immagini delle telecamere. Da allora, però, era stata vittima di una serie di episodi che l'avevano indotta a modificare le sue abitudini di vita.

Racconta agli agenti le fasi relative al suo arrivo nell' autosilo di Val Mulini e in particolare riferisce di aver notato, mentre stava accedendo all'ingresso principale la presenza del suo ex compagno.

Grazie all'ottima sinergia tra gli uffici operanti, venivano raccolti chiari elementi di prova, sulla base dei quali il GIP presso il Tribunale di Como su richiesta della locale Procura, ha emesso la misura cautelare degli arresti domiciliari.