Telepass europeo, come averlo e quanto costa

05 Aprile, 2018, 17:45 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Il Telepass diventa europeo

Arriva il nuovo Telepass europeo per le automobili, il dispositivo che permetterà di viaggiare in quattro paesi diversi, leggasi ovviamente l'Italia, nonché la Francia, la Spagna e infine il Portogallo.

Dopo una lunga attesa siamo pronti al debutto del Telepass Europeo. I nuovi clienti dovranno invece sottoscrivere un contratto Telepass Family e, contestualmente all'attivazione del nuovo servizio, richiedere il dispositivo funzionante anche al di fuori dell'Italia.

Sarà così possibile agli automobilisti italiani di viaggiare senza più fermarsi al casello su tutta la rete autostradale spagnola, francese e portoghese, che sarà equiparata a quella nazionale, almeno per quanto riguarda il dispositivo per il pagamento del pedaggio. "Con il Telepass Europeo - recita il comunicato stampa - oltre al pedaggio sarà possibile pagare anche i parcheggi nelle città dei Paesi coperti dal servizio: alle principali città italiane come Milano, Roma, Torino, Firenze e Napoli, si aggiungeranno dunque 400 parcheggi in città europee, tra cui Parigi, Madrid e Barcellona".

La società Telepass, del gruppo Atlantia, ha infatti firmato in tal senso un accordo con il gruppo francese APRR/AREA e con quello spagnolo Pagatelia.

Chi è già cliente Telepass può accedere da subito al servizio chiedendone l'attivazione sul proprio contratto Telepass Family rivolgendosi ai "Punti Blu" presenti in autostrada per ottenere il nuovo dispositivo.

"Il nuovo dispositivo per le auto - ha aggiunto il manager - è un'ulteriore dimostrazione che la nostra strategia è sempre più orientata ad offrire nuovi servizi ai nostri clienti e ad assisterli nei loro viaggi in tutta Europa". "Si tratta di un servizio pay per use - si legge nella parte finale del comunicato - con un costo di attivazione di 6 euro e un canone aggiuntivo di 2,40 euro, solo nei mesi in cui viene varcata la frontiera".

Tecnicamente, la novità del Telepass Europeo sarà resa possibile dalla piattaforma interoperabile di Telepass, che unisce la tecnologia satellitare con quella a micro onde.

Questo nuovo servizio si aggiunge a quello, caso unico in Europa, dedicato ai mezzi pesanti (Telepass Eu) e già in vigore da oltre un anno in Francia, Spagna, Portogallo, Italia, Belgio, Polonia e Austria. L'importo del pedaggio estero sarà fatturato e addebitato sul proprio conto corrente insieme al pedaggio italiano e con le stesse modalità.