Maltempo in Liguria, allerta meteo prolungata sul Ponente

12 Aprile, 2018, 15:44 | Autore: Abelardo Magnotti
  • ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l'evolversi della situazione.

Nessun messaggio di allerta per i bacini piccoli della zona A, i bacini piccoli e medi della zona D e le intere zone B, C ed E.

Nelle ultime 24 ore, intanto, sono già caduti quasi 80 millimetri di pioggia sul Colle del Melogno, a Urbe Vara Superiore e a Piampaludo.

Ecco, comunque, l'avviso meteorologico con il riassunto dei fenomeni previsti tra oggi e sabato 14 aprile.

Oggi, mercoledì 11 aprile: piogge diffuse di intensità moderata su ABCDE, con fenomeni più persistenti su AD dove le cumulate saranno elevate; cumulate significative su BCE.

L'avviso prevede dal tardo precipitazioni sparse o diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria, Veneto ed Emilia-Romagna, in estensione dal primo mattino di giovedì 12 aprile, a Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo. Possibili danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d'aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. Visto, inoltre, il carattere temporalesco delle precipitazioni, associato a probabili fenomeni forti, sono possibili repentini innalzamenti del reticolo idrografico minore. Possibili danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d'aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. Moto ondoso in rapido aumento con mareggiate per onda da Sud-Sud Ovest sulla costa di A dal pomeriggio e mare localmente agitato su BC.

Dopodomani, venerdì 13 aprile: rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali in serata fino a forti e rafficati su ABD.

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell'allerta.

In allegato: la tabella oraria con la scansione dell'allerta, la cartina con le zone coinvolte nell'allertamento (indicato il livello massimo di allerta per quella zona) e lo scatto del satellite sul bacino del Mediterraneo alle ore 12.30.