Andria, spaccio di droga: in manette quattro pregiudicati

15 Aprile, 2018, 01:44 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Il sequestro dei Carabinieri

A finire in manette durante un'operazione antidroga dei carabinieri di Putignano questa volta, è stato un operaio edile, 29enne del luogo, già noto alle forze dell'ordine per reati specifici. Le sostanze stupefacenti erano state nascoste nel mobiletto del bagno, da cui arrivava un forte odore riconosciuto dai militari dell'Arma. E ancora: due bilancini di precisione, materiale per il taglio delle dosi, oltre a 50 euro considerati provento dell'attività di spaccio.

È stato riconosciuto colpevole di svariati reati di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Quanto trovato dai carabinieri è stato sottoposto a sequestro mentre i due ragazzi arrestati, dopo le formalità di rito nella serata di ieri sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Latina a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. La droga sequestrata sarà analizzata nei prossimi giorni dal laboratorio della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari, per tentare di risalire alla provenienza. Nel corso della perquisizione effettuato nella sua abitazione i carabinieri della compagnia di Campi Salentina hanno intercettato 10 grammi di cocaina, 13 grammi di marijuana, una busta di cellophane e nastro isolante utile per il confezionamento di dosi. I due poi si sono divisi e hanno preso direzioni diverse.

Nella prima, un continuo andirivieni di giovani del posto e non, che in diverse ore della giornata si muovevano frettolosamente in alcune stradine adiacenti via Molfetta, aveva attirato l'attenzione dei militari, lasciando ipotizzare che nella zona ci fosse una attività di smercio di sostanze stupefacenti.