Casa » Sport

F1, GP Cina: Ricciardo fa il dragone e trionfa

15 Aprile, 2018, 11:35 | Autore: Ave Pintor
  • F1 GP Cina Ricciardo fa il dragone e trionfa

Al netto della classifica finale e delle ripercussioni sul mondiale appena iniziato, ciò che resterà nella memoria del gran premio sarà sicuramente l'ennesimo errore di Verstappen ai danni di Sebastian Vettel. Problema che ha un nome e un cognome: Max Verstappen. Entrambe le monoposto si sono girate, con conseguente perdita di posizione in griglia. Il tedesco è staccato di oltre dieci secondi daa Verstappen quindi non può speare di recuperare una posizione con la penalizzazione dell'olandese cosa che spera invece Hamilton.

"Ma è la SC che rimescola completamente tutto, consentendo alle Red Bull su gomme Soft (Mercedes e Ferrari erano su Medium) di riavvicinarsi al gruppo di testa e dar vita ad una serie di sorpassi che consentono a Ricciardo di prendere la testa ma che portano pure al contatto tra Verstappen e Vettel e che costerà a Verstappen 10" di penalità. Davvero un peccato per la Ferrari ma onore a Ricciardo che ha compiuto una gara tutta all'attacco assistito da un'ottima strategia del suo team. Seconda posizione per Bottas. Gara diametralmente opposta per i due grandi rivali Hamilton e Vettel: l'inglese, apparso spento, chiude al quarto posto dopo una gara anonima mentre il tedesco subisce la scorrettezza di Verstappen che, con un'entrata kamikaze, rovina la gara del leader condannandolo all'ottava posizione. I detriti lasciati sulla pista dalle due Toro Rosso hanno costretto la Safety Car a scendere in pista e al box della Red Bull hanno colto l'occasione per un secondo pit che ha spedito in pista Max Verstappen e appunto l'australiano con un treno di gomme gialle. Quarta piazza per il compagno di squadra Daniel Ricciardo, quinta l'altra rossa di Kimi Raikkonen. La safety car è arrivata forse troppo presto per tornare ai box, poi - ha proseguito - la prima sosta un pochino lenta e ho perso una posizione.

42° giro - Ricciardo indiavolato supera anche Vettel e sale al secondo posto. Rientra anche Hamilton, in difficoltà: gomma bianca per tentare di arrivare sino alla fine. Si libererebbe infatti un posto alla Red Bull che potrebbe essere occupato da Bottas. Disastro per Vettel, che viene passato anche da Raikkonen, Hamilton e Hulkenberg. "Sappiamo che le traiettorie in curva sono importanti, ma non sufficienti per recuperare". Vittoria meritatissima per Ricciardo e per la Red Bull. Indovinata la strategia dei cambi gomme. Fino al contatto con Verstappen che l'ha mandato in testacoda e la chiusura amara con il sorpasso di Alonso (proprio lui!) che gli ha fatto tagliare il traguardo in ottava posizione. Gara da dimenticare per il finlandese della Ferrari.

Domenica storta per Vettel che, però, mantiene la leadership del Mondiale con 54 punti, nove in più di Hamilton.