Forza Italia consenta la nascita di un governo M5S-Lega

15 Aprile, 2018, 22:41 | Autore: Menodora Allio
  • Forza Italia

Il Movimento cinque stelle deve garantire un formale riconoscimento politico a Silvio Berlusconi se vuole trattare con il centrodestra sulla formazione del nuovo governo. "Forza Italia potrebbe risolvere l'impasse facendosi di lato e consentendo così un governo M5S-Lega", scrivono in una nota i capigruppo M5s Grillo e Toninelli.

"Con la Lega c'e' una sinergia istituzionale, tra i gruppi e anche nei lavori della commissione speciale". Con buona pace della Lega che vorrebbe mettere in piedi un governo che includa tutta la coalizione del centrodestra e i grillini.

Quella di Salvini, ha osservato ancora Di Maio, "è una posizione che non comprendo".

"Ho apprezzato l'apertura da parte di autorevoli esponenti del Pd. Nessuno può dirsi esente dalla responsabilità di dare un governo al paese, soprattutto chi ha progettato la legge elettorale".

"No ai veti e all'arroganza dei singoli". Io chiedo a tutti di essere responsabili.

Il Movimento Cinque Stelle e Forza Italia si sono scontrati per l'ennesima volta sul ruolo di Berlusconi. "Un governo di alto profilo e di lunga durata, credibile in Europa e nel mondo, guidato da una personalità indicata dalla Lega", ha aggiunto.

"Accordo solo se il M5s riconosce Berlusconi". "Ci attendiamo dalle altre forze politiche, a partire dal M5S, lo stesso senso di responsabilità verso il Paese", ha poi sottolineato il leader del Carroccio mettendo in evidenza il fatto di aver "trovato una condivisione invidiabile e invidiata dalle altre forze politiche che stanno animatamente discutendo al loro interno". E se sulla Siria spiega: "Condivido le scelte di Gentiloni, mi permetto di dire che le sanzioni contro la Russia sono un'idiozia". "La via maestra alla soluzione della crisi sia quello dello spirito di Pratica di Mare", ha concluso. E alla domanda se il rapporto con Berlusconi si fosse logorato, Salvini ha risposto così: "I rapporti sono buoni, bado alla forma ma alla sostanza, l'importante è mantenere l'impegno con chi ci ha votato".