Matteo Salvini: "La pazienza è al limite"

15 Aprile, 2018, 23:08 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Matteo Salvini e don Alberto Vigorelli

L'ex Cavaliere si è quindi soffermato sulle difficoltà italiane di formare un nuovo governo: "Trump ha voluto avere al suo fianco la Francia e il Regno Unito, questo vuol dire che dovremmo con sollecitudine avere un nostro governo, forte e autorevole: quello del centrodestra". Anche a chi gli chiedeva un commento sulla minaccia, sempre da parte del leader della Lega di elezioni anticipate, Berlusconi ha ripetuto: "parliamo di cose serie". Su Berlusconi che chiede un governo 'autorevole': "Non con una maggioranza qualsiasi". Anzi, ha aggiunto, quello con Mauro Corona, lo scrittore con cui al suo arrivo ha sorseggiato un Sagrantino, "è l'unico incontro politico che faccio oggi". Non nascondendo, ancora una volta, le sue simpatie per Donald Trump, il presidente di Forza Italia si discosta da Salvini. Il leader della Lega durante una diretta su Facebook è tornato sull'argomento, attaccando Berlusconi, Di Maio e Di Battista per i continui rifiuti e veti posti durante le consultazioni: "Smettetela con gli insulti, con le ripicche, con i veti, con le polemiche".

"Che bicchiere offrirei a Di Maio?".

Prima di ogni altra comunicazione ufficiale da parte di altri esponenti della politica italiana, ha deciso di dire la sua. "Tutte cose che Forza Italia ha fatto fatica a fare". "L'Italia si deve dissociare nel modo più netto da questo attacco, dimostrando la propria piena Sovranità nazionale e recuperando il proprio ruolo autonomo all'interno del Mediterraneo".

E' evidente che il Cavaliere non si sia affatto rassegnato a subire la leadership di Salvini nel centrodestra, come Renzi non si è rassegnato alla (nascente) leadership di Martina nel Pd.

Ma che stai dicendo, obietterà qualcuno, non hai visto che Salvini sorrideva?