Casa » Sport

Roma, adesso la tua Champions è la Lazio

15 Aprile, 2018, 18:13 | Autore: Ave Pintor
  • Di Francesco: “Finale Champions? Deve essere il nostro obiettivo! Sul Liverpool…”

Questa la conferenza, riportata da vocegiallorossa.it. Solitamente, le motivazioni vengono da soli: ok l'entusiasmo, ma bisogna rimettere in campo la stessa cattiveria agonistica.

Il nuovo modulo? "Abbiamo fatto il 3-4-2-1 o 3-4-3. Ha una storia dietro che esula da tutte le altre gare ma ha anche un valore per la classifica". Quella col Barcellona è stata la sua miglior partita da quando io sono qua. Non dimentichiamoci che siamo arrivati ai quarti di finale giocando 4-3-3, tutto può diventare nulla e niente di importante se non si ha cattiveria, determinazione, convinzione e atteggiamento giusto che è quello che abbiamo avuto in questa gara. "I numeri vanno a farsi friggere se non c'è un atteggiamento corretto". "Schick titolare? Lui e Under hanno ciascuno il 50% delle possibilita' di giocare". "Uno dei due giocherà".

Qual è l'aspetto di Dzeko che la colpisce di più? .

Dzeko. "Ha qualità importanti che a volte non sfrutta al meglio".

"L'impresa col Barcellona puo' cambiare la storia?"

Lo vedremo più avanti, ovviamente sì. "Dobbiamo imparare a trattare tutte le partite nello stesso modo".

"Come si riparte dopo l'euforia della Champions?" Voleva lasciare spazio ai giocatori?

CONDIZIONI PEROTTI E DEFREL - "Entrambi sono indisponibili, per Defrel non sappiamo i tempi di recupero". Defrel valuteremo nel corso del tempo il problema alla caviglia. Perotti speriamo con il Genoa o SPAL, più facile con la SPAL. Sono in dubbio anche Manolas e Florenzi ma decideremo domani mattina. Importanti gli allenamenti di oggi e domattina. "Con lo Shakhtar abbiamo sbagliato a mettere in campo qualche giocatore che non stava benissimo, ora non possiamo più sbagliare e non vogliamo ripetere gli errori passati" ha concluso. La grande forza nostra è stata quella di saper far uscire uno dei centrali forti in aggressione, non era una difesa a cinque. Mi auguro che da questo momento in poi riusciamo ad essere meno "oscillanti" possibile. "La fisicità è importante per arrivare al top in Europa, a certi livelli è fondamentale".

Chi arriva meglio al derby? "E' una gara da prendere con le molle, loro sono feriti e arrabbiati e dobbiamo pensare che dall'altra parte ci sarà una prestazione, dobbiamo avere la capacità di prepararla mentalmente". Dovremo essere bravi e rabbiosi, con la giusta fisicità e la giusta qualità tecnica.