Afroamericani arrestati da Starbucks perché "entrati senza ordinare", poi le scuse

16 Aprile, 2018, 14:36 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Afroamericani arrestati da Starbucks perché

Bufera su Starbucks dopo un episodio di razzismo che ha coinvolto due afroamericani, arrestati in un locale di Philadelphia per un futile motivo. La scena, ripresa dai clienti con i telefonini, ha scatenato le proteste delle associazioni per la difesa dei diritti civili e di tanta gente comune, e il video è diventato virale sulla rete e sui social.

I due uomini sono stati rilasciati dopo che Starbucks ha rifiutato di denunciarli. Un portavoce della polizia ha spiegato che una volta arrivati, gli agenti avrebbero cercato la collaborazione del supervisore del negozio per evitare che la situazione sfuggisse di mano. Azioni che hanno spinto infine la stessa società a chiedere scusa, annunciando l'apertura di un'inchiesta interna per stabilire l'accaduto. L'accusa è quella di "discriminazione" e comportamento "razzista", tanto che il Ceo di Starbucks, Kevin Johnson, è stato costretto a pubblicare una lettera di scuse.