Gerry Scotti: "Ho pagato per far lavorare mio figlio"

16 Aprile, 2018, 23:21 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Domenica Live: Gerry Scotti si commuove in diretta ricordando Fabrizio Frizzi

La sincerità del presentatore di The Wall non conosce confine. Molti sul web avevano accusato la conduttrice di non aver lanciato la trasmissione di Gerry che andava in onda subito dopo la fine della sua: "Una volta questa signora che è notoriamente esaurita per la mole di lavoro, ha chiuso la trasmissione, senza lanciare la mia trasmissione". Ospite da Barbara D'Urso a Domenica Live, Scotti ha voluto raccontarsi senza schermi e peli sulla lingua.

Il presentatore prova ironicamente a giustificare la sua passione per il cibo, per la buona cucina, raccontato alla Barbarella nazionale un aneddoto molto particolare del suo passato. Così Gerry ha raccontato: "Facciamo lavorare lui, tanto, hanno detto, paga Gerry".

Il conduttore ha raccontato che lui è nato su un tavolo da cucina, una decisione presa dalla levatrice dopo aver visto le condizioni in cui era la madre e la scala che avrebbe dovuto portarla nella stanza da letto: "Ha detto: facciamolo nascere qui".

'Ho raddoppiato l'attività sessuale': Gerry Scotti svela il motivo del dimagrimento.

Rileggendo la lettera nello studio di Domenica Live, Gerry Scotti si è commosso sino alle lacrime. Gerry poi torna serio e ammette di essere dimagrito semplicemente per stare meglio e non appesantire il suo ginocchio malandato.

Scotti, durante l'intervista, ha anche risposto alle polemiche che per un attimo lo videro coinvolto con la stessa D'Urso. Ai tempi il figlio di Scotti si trovava negli Usa per perseguire i suoi studi di regia. Una volta a conoscenza della gravità della situazione ("Valeria era giunta da noi da pediatria- ricorda benedetti- ed era in condizioni gravissime"), il conduttore ha accelerato i tempi: ha preso solo 48 ore per procedere all'operazione, invece dei cinque giorni previsti per il prelievo e ricovero post intervento. "Ed era vero, pagavo io, ma a mio figlio è piaciuta molto quell'esperienza, è stata importante". In ottica economica, la produzione disse: perché dobbiamo pagare un inviato, quando il figlio di Scotti è già in America?