Casa » Sport

Juventus, Allegri: "Basta giudicare Buffon, è un esempio da 20 anni"

17 Aprile, 2018, 07:37 | Autore: Ave Pintor
  • Real Madrid-Juventus Massimiliano Allegri Sicilia Sport

Orgogliosi soprattutto del proprio capitano (i tifosi bianconeri hanno scelto chiaramente da che parte stare), Gianluigi Buffon, che per tutta la partita è stato osannato da cori, applausi e standing ovation. Gara importante per il campionato, ma anche a livello psicologico, dopo l'eliminazione in Champions subita contro il Real Madrid.

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha così parlato a Premium Sport dopo la vittoria sulla Sampdoria: "Douglas Costa?".

Su Buffon: "Giudicare dall'esterno è sempre facile, bisogna trovarsi nelle situazioni..." Sfido chiunque a non avere una reazione in quel momento. Le strade si potranno anche dividere, speriamo il più tardi possibile.ma il rapporto rimarrà. "La Juve ha un DNA che ogni giorno ti stimola, noi abbiamo questa grande possibilità di rimanere nella storia della Juventus centrando il campionato e la Coppa Italia, per essere ricordati come una delle Juventus più forti della storia". Purtroppo, come succede al Monopoli, ha beccato l'imprevisto ed è andato un po' in confusione. Con il 4° gol e con mezz'ora di tempo per poterlo segnare non c'era rigore inesistente che tenesse, perché il risultato di 1-4 ci avrebbe visto comunque trionfatori. Lui soffre andare in Nazionale, dove ha 10 giorni che gli tolgono alcune enrgie.

"Gioca Buffon se non succede nulla nella rifinitura". Ora basta pensare a mercoledì sera: c'è da fare un bel finale di stagione e vincere uno Scudetto che sarebbe un'impresa irripetibile. "Ma da qui alla fine deve essere l'uomo determinante per lo scudetto". "Sul rigore non mi esprimo ma ha sbagliato il recupero". Un anno sabbatico? Mi riposo dal 20 Maggio al 9 luglio, quando riprenderemo gli allenamenti con la Juventus. Sono ancora giovane e voglio allenare, però nella vita non si sa mai.