Casa » Sport

Milan, tra le commissioni ai procuratori spunta Morata: il retroscena

17 Aprile, 2018, 05:24 | Autore: Ave Pintor
  • Milan, retroscena Morata: mandato all'agente un anno fa, poi la beffa. Bozzo: 'Vi spiego com'è andata'

Fin qui nulla di strano, se non fosse che l'attaccante poi si è trasferito al Chelsea di Antonio Conte. Un esempio? La trattativa della scorsa estate per portare Alvaro Morata al Milan.

Poteva essere uno dei tanti colpi del Milan, ma l'affare che avrebbe dovuto portare Álvaro Morata ai rossoneri non è andato a buon fine. La società di via Aldo Rossi (terza per compensi versati ai procuratori, 21 milioni di euro, +35 % rispetto al 2016), il 30 maggio 2017 aveva depositato una transazione con l'avvocato Beppe Bozzo, rappresentante per l'Italia dell'ex numero 9 della Juventus. Con la caccia a un nuovo centravanti, visti i risultati deludenti di André Silva e Kalinic, destinata a ripartire già la prossima estate. Infatti, stando all'elenco pubblicato dalla FIGC, spunterebbe un interessante retroscena che svelerebbe la trattativa avviata nella scorsa estate tra il Milan e l'agente di Morata, Giuseppe Bozzo. In cosa consiste il mandato? Questo mandato, è un passo ufficiale per operare in maniera legittima, che diventa inefficace se l'operazione non va poi in porto.

Secondo quanto si disse all'epoca, decisiva sarebbe stata la volontà di Morata, in forza al Real Madrid, di non indossare una maglia italiana diversa da quella bianconera dopo aver parlato con alcuni ex compagni a margine della finale di Champions giocata a Cardiff il 3 giugno.