Ascoli, professore fa gli auguri a Hitler su Facebook

20 Aprile, 2018, 16:41 | Autore: Menodora Allio
  • Ascoli Piceno professore fa gli auguri di compleanno a Hitler su Facebook

"Ho solo voluto fare gli auguri a una persona nata 129 anni fa, le cui opere artistiche io ammiro per alcuni versi", sono le dichiarazioni rilasciate all'Ansa da Felice Spicocchi, il professore di Ascoli Piceno autore di un post, poi rimosso, interpretato come un augurio di compleanno a Hitler.

Walter Hahn è un artista e fotografo nato a Berlino il 20 aprile 1889 conosciuto anche per le foto aeree che hanno documentato il bombardamento di Dresda.

Il pensiero non è più reperibile sulla bacheca dell'uomo ma sta comunque circolando sui social. "Il pandemonio che si è creato ha del surreale. È un insulto alla Memoria e a tutte le vittime italiane morte per mano delle SS" scrive in una nota, auspicando che la dirigente della scuola "prenda le distanze e organizzi un incontro con i sopravvissuti all'Olocausto per sconfiggere l'ignoranza storica sui crimini perpetrati dal nazismo contro i perseguitati". Il docente che ha postato gli auguri di compleanno a Hitler è Felice Spicocchi, vice-preside dell'istituto agrario.

LA REPLICA - Il professore di Ascoli Piceno finito nella bufera, invece, ha replicato alle accuse sostenendo che gli auguri non erano per Hitler ma per Colmar Walter Hahn, artista e fotografo nato il 20 aprile 1889 a Berlino.

Il 20 aprile 1889 nasceva il dittatore nazista Adolf Hitler, e qualcuno ha ben pensato di ricordarlo, augurandogli buon compleanno. "Dopodiché si è scatenato l'inferno", ha aggiunto il docente marchigiano.

Per di più nato in Austria, a Branau am Inn e non a Berlino. Nel post, ora scomparso, c'era scritto "Einhundert neunundzwanzig alles Gute zum Geburtstag Wünsche", vale a dire 'centoventinove volte auguri di buon compleanno'. Non sono di sinistra e lo sanno anche i sassi, ma questo tipo di associazione mi appare forzata e esagerata. "Non deve dunque esistere alcun ruolo pubblico per chi non solo disconosce i principi basilari e fondanti del convivere democratico, ma addirittura manifesta aperta simpatia con l'emblema incarnato della negazione non solo di tutti i principi democratici che ci identificano, ma addirittura dei diritti umani". "Scrivo questo comunicato dopo aver consultato il mio avvocato, a cui spero di non dovermi rivolgere per bloccare questa campagna diffamatoria".