Casa » Sport

Milan - Benevento: cronaca diretta, risultato in tempo reale

20 Aprile, 2018, 16:25 | Autore: Ave Pintor

Conferenza stampa per Rino Gattuso nel giorno dell'incontro di Fassone con la Uefa: il tecnico del Milan parla alla vigilia della sfida di campionato contro il Benevento, nella quale i rossoneri vanno alla ricerca dei tre punti che mancano da ciqnue partite. Questa è una squadra che costruisce tanto, arriva bene negli ultimi 20 metri. Esprime un buon calcio grazie a De Zerbi, se non la prepariamo bene c'è da faticare.

LA CORSA ALL'EUROPA LEAGUE - "Atalanta il nostro avversario?" Atalanta? Non solo, ci sono anche Fiorentina e Sampdoria.

ASPETTO MENTALE - "Quando si indossa una maglia importante come quella del Milan non c'è nulla di facile". La squadra deve andare alla ricerca di questo, andare ad aiutare il compagno. Il mio primo obiettivo è il senso di appartenenza, dobbiamo pensare solo a fare il massimo in campo. Sappiamo che ci giochiamo l'Europa League, abbiamo una finale di coppa Italia. "Dobbiamo ancora dimostrare tanto, pedalando e guardando gara dopo gara". Alla domanda sulle due punte, Gattuso è tornato a parlare di equilibrio, concetto caro: "Io devo pensare all'equilibrio". Voi ci provate, fate il vostro mestiere. Voglio una squadra solida, organizzata. Non è solo colpa degli attaccanti, abbiamo mandato tanti uomini al gol, tanti nel ruolo di mezz'ala.

SULL'USCITA DI BIGLIA E IL BLACKOUT DI TORINO: 'Oggi prepariamo la partita di domani, Lucas è un giocatore importante, ci da equilibrio. L'errore è stato fare un possesso palla sterile. Dall'altra parte ci sono i sanniti che sono ad un centimetro dalla retrocessione aritmetica in Serie B. La mia delusione è che contro il Torino abbiamo creato poco, non devo essere preoccupato degli attaccanti che non segnano. André Silva con la Juventus ha avuto una chance, ma fa parte delle dinamiche del calcio: il mio compito è metterli in condizione di fare gol. Ringraziamo che non li stiamo prendendo. "Mi verrebbe da dire Pogba e tutti i quattro giocatori più forti, ma so che non è possibile".

Cosa si aspetta dal mercato: "2/3 arrivi di fronte a 2/3 cessioni?" A me non risulta questo, ma abbiamo amministratore delegato e direttore sportivo che ci pensano. A livello societario non ci manca nulla, poi sui discorsi economici e di mercato chiedete a loro. "Fassone ha detto le mie stesse cose: arriveranno tre-quattro giocatori". Mandzukic? Mi piacciono, mi piacciono tutti, anche Messi, Ronaldo...

"E' fondamentale, il Milan non puo restare fuori dall'Europa". Meglio arrivare sesti che settimi perché cominci più tardi. E' importante giocare in Europa per il club'. E' un giovane con grandissime idee, fa giocare le sue squadre con qualità.

REPARTO DA RINFORZARE - "Non è un problema di reparto. Quando incrocio un collega cerco sempre di rubargli qualcosa".

CALHANOGLU - "Non sta benissimo, oggi proviamo a fare qualcosina". Raddoppia sempre in tutte le zone del campo, tra Montolivo e Locatelli ho scelto il secondo ma non è stato il problema che ha portato al gol del Torino. "Ci può stare, si può vedere anche questo tipo di soluzione". "Mah, vediamo. C'è la possibilità di vederlo ma non da esterno...".