Casa » Sport

Trapani corsaro al "Massimino", il Catania scivola al terzo posto

24 Aprile, 2018, 12:25 | Autore: Ave Pintor
  • Diretta/ Catania Trapani streaming video e tv: bomber e probabili formazioni, quote e orario

Il primo tempo ha visto un certo predominio degli ospiti che si sono fatti preferire in zona d'attacco, sfiorando il vantaggio al 10′ con un colpo di testa di Murano. È un peccato che noi, il Lecce e il Catania siamo nello stesso girone, avremmo potuto arrivare prime tutte e tre perchè stiamo facendo un campionato importante.

Nella prima frazione di gioco il Trapani riesce a fraseggiare molto bene in mezzo al campo, grazie all'ottima prova sia di Corapi che di Palumbo, e ad innescare facilmente il sempre presente Evacuo e lo rispolverato Evacuo (Polidori era out per infortunio, ndr).

Mirko Drudi, 30 anni, difensore.

Catania (3-5-2), la probabile formazione: Pisseri; Aya, Tedeschi, Bogdan; Esposito, Lodi, Biagianti, Mazzarani, Marchese; Barisic, Curiale. Cerca la conclusione e Pisseri deve parare e respingere su Murano e su Palumbo. Esplodono i 300 tifosi trapanesi giunti fino a Catania.

8' ANNULLATO GOL al Trapani perde posizione dubbia di fuorigioco di Pagliarulo. Dopo alcuni minuti di confusione, il Catania torna alla carica con Manneh che rientra sul destro e calcia a giro ma trova una parata superlativa di Furlan che spegne l'urlo in gola a Lucarelli. Calori per i minuti finali si cautela ulteriormente inserendo l'esterno difensivo Silvestri per l'attaccante Murano, nel tentativo di chiudere ulteriormente gli spazi, ma il Trapani resta vivissimo. Ma il Trapani ha dimostrato di essere più squadra, passando in vantaggio al 6' del secondo tempo con Palumbo. C'è gloria poi per Lodi dal dischetto dopo il doppio giallo rimediato da Evacuo, ma è troppo tardi.

La classifica in vetta, a 180′ dalla fine della regular season, recita: Lecce 71 punti, Trapani e Catania 67. La seconda volta fa centro. Alla fine del match, lo stesso mister ha parlato così: "Grande gara dei miei ragazzi". Il vecchio Cibali si trasforma in un vero e proprio catino infernale, con i primi 10' di studio tra due squadre che evidentemente si temono. Un risultato che mette il Lecce ad un passo dalla Serie B. Se i giallorossi, domenica prossima, battono la Paganese potranno festeggiare la promozione in Serie B che il popolo giallorosso attende da sei stagioni. un ambiente, quello giallorosso, che già si riscalda per la partita di domenica prossima al Via del Mare contro la Paganese (ore 17,30) a caccia di punti salvezza.