Mamma no vax: 'Domani varicella party a Milano'

03 Mag, 2018, 15:32 | Autore: Rufina Vignone
  • Mamma no vax: 'Domani varicella party a Milano'

E in un post successivo ha anche ricordato la storia di Brenden Hall, campione paralimpico australiano, danneggiato proprio dalla varicella.

Un passo indietro: Ciambellini, ideatrice e co-fondatrice dell'Asilo nel Bosco, l'asilo "all'aperto" nei boschi di Campi, è anche un'attivista di SìAmo, il movimento politico fondato dal "leader" dei free-vax, Dario Miedico (radiato dall'Ordine dei Medici di Milano). "Vi aspettiamo alla casa di Milano!".

Il messaggio apparso sui social network è chiaro: "Domani varicella party per chi lo desidera".

Secondo il movimento Siamo, il post sarebbe invece stato ironico: "Hai un figlio con una banalissima malattia esantematica, come logica vuole lo tieni in casa e fai dell'ironia del tipo 'chi vuole partecipare al nostro varicella party?' Apriti cielo!", sostiene in un post su Facebook il movimento. Per questo e' stata inserita tra quelle per le quali il vaccino e' obbligatorio a partire dai nati 2017 e per questo chiunque diffonda la possibilita' di epidemia e' perseguibile penalmente. Commenta così l'assessore al Welfare di Regione Lombardia il post pubblicato lunedì scorso su Facebook da una mamma residente a Milano, nel quale riportava un invito per un 'Varicella Party' in cui i bambini vengono messi a contatto con altri bambini ammalati di varicella per farli contagiare. "E se a contrarre questa malattia è una donna in gravidanza o un bambino appena nato da una madre che non gli ha trasmesso l'immunità, la cosa diventa un guaio molto molto, molto grande e quasi sempre irreparabile". Questi antichi metodi sono anacronistici perche' fortunatamente ora esistono i vaccini che i nostri Centri offrono a tutti gratuitamente. "Non so come, ma io penso che qualcuno dovrebbe fare qualcosa per difendere i bambini dalle scelte dei loro genitori", aveva scritto il medico a commento.