Ferragamo, ricavi e utile in calo nel primo trimestre

08 Mag, 2018, 16:19 | Autore: Nazario Acquaviva
  • Intesa Sanpaolo, Messina: “risultati solidi e di qualità elevata”

"La crescita delle attività del gruppo è proseguita nel mese di aprile - ha dichiarato l'Ad Andrea Recordati - e per l'intero anno 2018 confermiamo le previsioni di realizzare ricavi compresi tra 1,35-1,37 miliardi, un ebitda compreso tra 490-500 milioni, un utile operativo compreso tra 430-440 milioni e un utile netto compreso tra 310-315 milioni".

I conti sono stati approvati dal consiglio di amministrazione di Salvatore Ferragamo spa, società a capo del gruppo fiorentino del lusso Salvatore Ferragamo. In It Solutions abbiamo registrato progressi su tutto lo spettro della clientela, con nuovi contratti come quello con Philippine Airlines per Altéa o quello con Asa Cape Verde Airports, che in questo trimestre ha firmato per Aiport Common Use Service (Acus) Mobile.

Tra le categorie di prodotto, scendono le scarpe (-1,6%), salgono (+6,8%) borse e accessori in pelle, così come i profumi (+12,7%). Un dato sul quale ha inciso positivamente l'aumento fatto registrare nelle vendite dei prodotti delle linee Polimeri, Ntf (nylon textile filament, fibre sintetiche destinate principalmente al settore dell'abbigliamento) e Bcf (bulk continuous filament, fibre sintetiche destinate principalmente al settore della pavimentazione tessile, +6%).

Con riferimento al Risultato Netto Consolidato, nel primo trimestre 2018 il risultato è stato di euro 16 milioni, in aumento rispetto a euro 13,2 milioni del primo trimestre 2017. La divisione Marketing Solutions presenta invece un margine del 33,2%, in aumento rispetto al margine EBITDA Adjusted del 31,8% del primo trimestre 2017.

Al 31 marzo 2018 l'Indebitamento Finanziario Netto del Gruppo si è attestato a euro 477,3 milioni rispetto a euro 474,2 milioni al 31 dicembre 2017 e euro 510 milioni al 31 marzo 2017.

Prosegue anche nel 2018 il trend di crescita di Amadeus.