Android, ecco le tre app dannose da cui diffidare Video

09 Mag, 2018, 00:28 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Google Pixel 3 e Pixel 3 XL: avranno un prezzo salato, lancio previsto per settembre

Il sistema Google Assistant, per fare un esempio, potrà attivare il condizionatore automatico alla temperatura desiderata, avviare la musica e mandare messaggi. C'è grandissima attesa da parte del pubblico che segue ogni anno con grande interesse questo evento non più riservato solo agli specialisti come un tempo, ma aperto anche alla comprensione della gente comune interessata ad essere sempre aggiornata su quelle che sono le novità legate al mondo di Google e quello che lo circonda. L'annuncio anticipa la Google I/O, l'annuale conferenza degli sviluppatori di Mountain View che prenderà il via stasera.

In questa maniera l'utente non sarà più disturbato da notifiche, chiamate, vibrazioni, suoni che non siano provenienti da contatti inseriti tra i preferiti.

JBL Link Bar è la nuova soundbar nata dalla collaborazione con Google, che si pone come una valida alternativa per l'audio, il controllo della domotica e il fantastico assistente vocale Google Assistant.

"Portare i servizi di Google sulle auto Volvo permetterà di accelerare le innovazioni nel campo della connettività e darà una spinta per lo sviluppo delle nostre applicazioni e dei nostri servizi connessi - ha dichiarato Henrik Green, vice presidente senior del reparto Ricerca e Sviluppo di Volvo - Molto presto i guidatori di una Volvo avranno un accesso diretto a migliaia di app che renderanno la loro vita più facile e l'esperienza auto connessa ancora più godibile". Dovremmo aspettarci di sentire nuove funzionalità per Google Assistant, nonché alcune nuove integrazioni con Google Home, lo smart speaker per la casa.

C'è poi una nuova funzionalità che riguarda la gestione della luminosità automatica adattativa.

L'utente può impostare manualmente il proprio livello di luminosità preferito in certe condizioni ambientali, e il sistema operativo si ricorderà di queste impostazioni.

Spesso e volentieri, si sente la necessità di dover "pulire" l'Android da eventuali virus, e per farlo bisogna scaricare delle app [VIDEO] che permettano di effettuare efficacemente quest'azione, senza pesare troppo sulla memoria. Consapevole del successo dell'applicazione, Google si prepara a lanciare un concorrente basato su Google News, il suo sistema AMP per caricare le pagine più velocemente e YouTube. Si tratta della prima versione stabile del sistema operativo di Big G pensato per i dispositivi IoT. È possibile accedere alla beta da questo link se possedete uno dei Pixel di Google o un Essential Phone, Oppo R15 Pro, Nokia 7 Plus, Sony Xperia XZ2, Xiaomi Mi Mix 2S e Vivo X21. Messo nelle mani degli sviluppatori a fine 2016, Android Things 1.0 è pronto a debuttare nelle mani dei consumatori.

Fonte: Notizia sui primi dispositivi compatibili con Android P beta.