Duplex: così Google Assistant potrà telefonare per noi

12 Mag, 2018, 02:43 | Autore: Abelardo Magnotti
  • Leggi anche Intelligenza Artificiale Amazon Facebook e Ford al vertice con Trump alla Casa Bianca

In pipeline, garantisce Google, ci saranno smart display da vendor come Lenovo, LG e JBL, così come gli smart speaker da aziende come iHome.

A questo proposito, durante l'annuale conferenza Google I / O 2018, la società ha ribadito il suo impegno nel fornire notizie responsabili con il consolidamento di tutti i portali di notizie in un'unica app centrale, oltre ad un sito Web progettato con qualità e precisione. Google Assistant ringrazierà i bambini quando diranno qualcosa in modo educato, altrimenti semplicemente si rifiuterà di aiutarli, incentivandoli ad essere più cortesi.

Inoltre sono state confermate tutte le funzioni già viste nella prima Developer preview di Android P che potete andare a rivedere al seguente link. Il sistema è ancora più intelligente e se per caso collegherete le cuffie, saprà che probabilmente ascolterete della musica e permetterà di caricare più veloce l'app. Negli ultimi anni sono nate organizzazioni e fondazioni che cercano di incentivare uno sviluppo consapevole e responsabile delle AI, che però non sembrano avere fatto presa a sufficienza su grandi aziende come Google e Facebook, impegnate in una stretta concorrenza nel settore.

Dopo 100.000 download dell'SDK, 10.000 sviluppatori che hanno contribuito con i loro feedback, otto release candidate e un anno e mezzo di beta (il nome in codice a dicembre 2016 era Brillo), Google rilascia ufficialmente Android Things 1.0, il suo sistema operativo destinato al mondo dell'Internet of Things.

La demo più impressionante, accolta con i boati del pubblico, è quella dove viene mostrata una conversazione telefonica tra Google Assistant e un addetto di un centro estetico. Il processo di prenotazione a voce di un tavolo al ristorante non è particolarmente complicato, se l'interlocutore umano non aggiunge qualche richiesta imprevista.

Maps implementa una nuova scheda chiamata "For You" che consente di conoscere i punti di interesse locali, dai ristoranti agli eventi, e molto altro. Tramite questo nuovo algoritmo, Android P sarà in grado di ridurre del 30% il consumo della batteria andando a limitare le risorse delle applicazioni poco utilizzate che spesso e volentieri si attivano da sole in background.

Nel sistema Duplex, operatori esperti fungono da istruttori, monitorando il sistema mentre effettua telefonate in un nuovo dominio, e influenzando - se necessario - il comportamento del sistema in tempo reale.

Essendo stato eliminato il tasto multi-tasking dalla barra di navigazione, su Android P ci sarà spazio per impostare nuovi pulsanti rapidi. In altri termini quelle funzioni dello smartphone che ci permettano di utilizzarlo con coscienza.