Donald Trump apre l'ambasciata a Gerusalemme. Strage a Gaza

16 Mag, 2018, 08:39 | Autore: Menodora Allio
  • Ibraheem Abu Mustafa  Reuters

Roma, 14 mag. (askanews) - Il presidente Usa Donald Trump, spostando l'ambasciata americana a Gerusalemme, ha "scritto la storia".

NETANYAHU - "Grazie presidente Trump per avere avuto il coraggio di rispettare la sua promessa!" ha affermato il premier israeliano Benjamin Netanyahu nel suo intervento durante la cerimonia.

Rafforzamento della sicurezza - I vertici del Pentagono e dell'esercito Usa - temendo attacchi in seguito all'apertura dell'ambasciata Usa a Gerusalemme e agli scontri delle ultime ore tra israeliani e palestinesi - hanno deciso di rafforzare la sicurezza attorno alle ambasciate di Israele, Turchia e Giordania, inviando decine di Marines.

La sede diplomatica americana ha aperto oggi i battenti tra le proteste palestinesi.

I paesi favorevoli sono stati Guatemala, Honduras, Isole Marshall, Micronesia, Nauru, Palau, Togo e ovviamente Israele e Stati Uniti. "Remember this moment. This is history", dice Benyamin Netanyahu alla tribuna della nuova ambasciata americana di Gerusalemme.

Bilancio. Il tutto avviene mentre al confine fra lo Stato ebraico e la Striscia di Gaza infuria la protesta dei palestinesi. Anche il leader di al-Qaeda, Ayman al-Zawahiri, ha lanciato un appello alla jihad, sottolineando che Trump, "è stato chiaro ed esplicito, e ha rivelato la vera faccia della Crociata moderna: l'essere accomodante non funziona con loro, ma solo la resistenza attraverso la jihad".

Almeno 58 persone sono morte, tra cui otto minorenni, e altre 2.700 sono rimaste ferite, di cui una cinquantina in modo grave, dopo essersi avvicinate alla barriera di frontiera per lanciare pietre.

"La capitale di Israele è Gerusalemme". Trump ha anche detto che "la nostra speranza è per la pace e gli Stati Uniti restano impegnati per un accordo di pace". L'esercito dello Stato ebraico ha fatto sapere di aver colpito con un raid aereo "cinque obiettivi terroristici di Hamas" a Jabaliya, nel nord della Striscia, e di aver sventato un attentato presso Rafah, nel sud, uccidendo tre palestinesi. Aerei israeliani hanno lanciato volantini in arabo nel tentativo di dissuadere i dimostranti: "Non lasciate che Hamas vi usi cinicamente come suoi pupazzi". Lo stesso giorno in cui Trump ha voluto inaugurare la sua ambasciata a Gerusalemme. "Anche Tel Aviv è terra dei musulmani" ha detto Zawahiri, che ha poi attaccato l'Anp, accusandola di aver "venduto la Palestina". "Verrà assicurato" - si legge ancora nel comunicato - "l'appoggio totale dell'Egitto ai diritti legittimi del popolo palestinese, in cima ai quali c'è la creazione di uno Stato indipendente con Gerusalemme est come capitale". Gli ospedali - ha aggiunto - riferiscono che le forniture mediche, i farmaci e le attrezzature essenziali sono già stati esauriti: "Sono urgentemente necessari finanziamenti umanitari e un migliore accesso per soddisfare questi e altri bisogni esistenti o emergenti".