Giornata contro l'ipertensione arteriosa

16 Mag, 2018, 22:58 | Autore: Rufina Vignone
  • Giornata mondiale contro l'ipertensione, anche a Verona misurazioni gratuite

Ad aderire all'iniziativa ci sarà anche l'équipe del Centro per la Diagnosi e Terapia dell'Ipertensione Arteriosa del Circolo di Varese, inserito nella struttura di Medicina 1, diretta dalla professoressa Luigina Guasti e inserito nel Dipartimento di Medicina interna, diretto dalla professoressa Annamaria Grandi, con la collaborazione dei volontari della Croce Rossa Italiana. Per questo le farmacie siciliane, aderendo alla campagna di Federfarma Nazionale, dal 17 al 20 maggio, in occasione della Giornata mondiale contro l'Ipertensione arteriosa, misureranno gratuitamente la pressione ai cittadini e li sottoporranno a un test predisposto dalla Società italiana dell'ipertensione arteriosa (SIIA).

Imparare a conoscere e dunque a controllare la propria pressione arteriosa, che è proprio la finalità della Giornata Mondiale dell'Ipertensione arteriosa, è quindi un momento importante.

Solo la misurazione regolare della pressione arteriosa permette di diagnosticare l'ipertensione e di verificare l'efficacia della terapia nella prevenzione delle complicanze cardio-vascolari. Tutto avverrà in forma totalmente gratuita. Anche quest'anno l'ospedale Sant'Anna aderisce alla manifestazione. A tutti i partecipanti sarà sottoposto un articolato questionario per valutare, oltre alla pressione arteriosa, la presenza di altri fattori di rischio cardiovascolare che, come è noto, condizionano il benessere e la qualità della vita dei pazienti. Francesco Cocco parla agli studenti dell'importanza della prevenzione cardiovascolare, della dieta mediterranea e della ricerca clinica svolta presso la Cardiologia di Manduria. "Partecipare allo screening è importante - ricorda una nota stampa di Federfarma - perché la malattia ipertensiva rappresenta in Italia il più rilevante fattore di rischio per infarto miocardico e/o cerebrale (prime due cause di morte nella nostra penisola), scompenso cardiaco, insufficienza renale cronica e fibrillazione atriale". Più del 30% della popolazione italiana adulta, continua la dottoressa Rosticci "è affetta da ipertensione arteriosa e questa percentuale aumenta in maniera significativa, quasi a raggiungere l'80% se prendiamo in considerazione gli over settantenni, ma il dato ancor più preoccupante è che quasi il 10% dei bambini e degli adolescenti italiani sono affetti da questa patologia". Gran parte degli italiani ipertesi, malgrado assuma farmaci per ridurre la pressione arteriosa, presenta valori pressori non efficacemente controllati e almeno il 30% ignora di esserlo!