Casa » Sport

Giro d'Italia 2018, Mohoric piazza la zampata vincente!

16 Mag, 2018, 12:26 | Autore: Ave Pintor
  • Praia a Mare 'splende': città in festa per il Giro d'Italia - VIDEO

"La vittoria di Mohoric non rivoluziona la classifica, con Yates che sprinta su un traguardo volante rosicchiando 3" ai suoi avversari conservando la maglia rosa di leader. Tutti insieme, invece, gli altri favoriti alla vittoria finale al termine di una frazione logorante: domani, sul traguardo di Osimo, sono attese altre sorprese. Una protesta che cresce man mano che aumentano le decine di vittime e migliaia di feriti palestinesi da parte dell'esercito israeliano negli ultimi mesi. "Prima della partenza di stamattina da Penne era secondo in classifica, con soli 32" di ritardo dal compagno della Mitchelton-Scott, Simon Yates.

Mentre dal gruppo dei migliori tentava l'azione solitaria Marco Frapporti dell'Androni, nelle retrovie diventava un'agonia la giornata di Chaves, che a 60 km dall'arrivo aveva accumulato 9' di ritardo dal battistrada solitario e circa 6'30 dal gruppo della Maglia Rosa. Il gruppo quindi per la prima parte della tappa va a tutta cercando di distanziare quando più possibile Chaves assorbendo ogni eventuale fuga. Mohoric batte sul traguardo il tedesco Nico Denz, suo compagno nell'allungo decisivo.

Invece succede l'incredibile, il colombiano Esteban Chavez, secondo in classifica, maglia ciclamino e alfiere della Maglia Rosa perde contatto dopo i primi chilometri, sulla salita di Fonte della Creta e si ritrova a dover recuperare subito uno svantaggio di 2'. Il gruppo maglia rosa lascia fare, anche se controlla da lontano. "Non avevo più forze, adesso vedremo cos'è successo". "Il resto del gruppo, giunto a 34", è stato regolato in volata dall'irlandese Sam Bennett, davanti agli italiani Enrico Battaglin e Davide Ballerini.

Un vecchio adagio dice che un Grande Giro si vince sulle grandi montagne o a cronometro, ma può essere perso in qualsiasi tappa. Viene ripreso da Villella e Mohoric che vengono raggiunti anche da Denz. Altre iniziative hanno unito idealmente Gualdo Tadino e Assisi, come "La via di Francesco per Gerusalemme", una camminata a piedi da Assisi fino al porto di Ancona e da qui fino alla città di Gerusalemme, il cui legame con Assisi è ben evidente anche dal logo coniato per celebrare la giornata del 16 maggio, con la scritta in ebraico "Assisi città della pace". Si scalerà il Passo del Cornello ed il Muro di Filottrano con gli ultimi cinque chilometri molto impegnativi con il Muro di Via del Borgo in pavé al 16% per poi affrontare un rettilineo finale di 300 metri largo sette metri.