Casa » Sport

A marzo insultò la FIGC: la Procura apre un'indagine contro Raiola

17 Mag, 2018, 01:19 | Autore: Ave Pintor
  • Mario Balotelli esulta al gol di Mertens contro il Real Madrid

La Figc ha aperto un'inchiesta su Mino Raiola, procuratore di alcuni fra i più importanti giocatori italiani ed europei. I suoi metodi spesso non piacciono e neppure determinate sue dichiarazioni. Infatti come riporta il Fatto Quotidiano, il procuratore dopo la mancata convocazione del suo assistito Balotelli in Nazionale, avrebbe esternato la sua rabbia con frasi al vetriolo: "Abbiamo una Federazione che fa schifo, è molto scarsa, molto debole, non ha idea di cosa fare". "Dovremmo cercare prima un direttore sportivo, poi fare un piano tecnico, non cercare un tecnico e farci fare un piano".

Parole di fuoco che, secondo il procuratore Giuseppe Pecoraro, avrebbero violato l'articolo cinque del codice di giustizia sportiva, che prevede l'incriminazione per eventuali dichiarazioni lesive contro l'istituzione. Possiamo dire che Raiola era già nel mirino, dato che il periodo sotto la lente è quello che va dal 2014 al 2017.

Sembravano molto frequenti i contatti tra la Roma e Raiola per il futuro di Mario Balotelli, che lascerà il Nizza al termine della stagione, ma al momento non se ne farà nulla (e probabilmente nemmeno in futuro in questa sessione di calciomercato). E non solo, gli olandesi hanno chiesto alla Guardia di Finanza di controllare anche i contratti stipulati con il Milan, in particolare la situazione Donnarumma.