Camorra, medici in affari con clan Lo Russo: arrestati. I NOMI

17 Mag, 2018, 11:28 | Autore: Menodora Allio
  • Camorra, medici riciclavano i soldi del clan Lorusso: arresti a Napoli

Il tutto nasce dall'inchiesta snakes condotta dalla Dia di Napoli, sotto il coordinamento della Dda della Procura partenopea. Sono scattati i domiciliari per Adriana Lo Russo, sorella dell'ex boss ed altre due persone ritenute affiliate al clan. I professionisti sono due fratelli, un anestesista e un chirurgo estetico, in servizio presso due cliniche private napoletane dei quartieri di Chiaia e Vomero. Infine la sorella di Lo Russo, arrestata per ricettazione aggravata, è sospettata di aver consegnato somme provenienti da attività illecite del clan ad esponenti della cosca.

I due medici, come riporta l'Ansa, si erano resi disponibili a proteggere gli interessi dei titolari di attività di ristorazione, detenuti e sotto processo, acquisendone i ristoranti e divenendo vittime di estorsione dei Lo Russo, per poi fare affari con i fiduciari dell'organizzazione.

Per gli inquirenti, i fratelli D'Ari avrebbero reimpiegato nei ristoranti cospicue somme di denaro che provenivano dalle attività illecite della camorra.

I due medici devono anche rispondere di favoreggiamento nei confronti dei titolari delle attivita' detenuti e sotto processo, per aver sottoscritto con l'amministrazione giudiziaria, negli anni 2013-2014, contratti di affitto di vari ristoranti all'epoca sequestrati, assicurandone la gestione di fatto e il conseguimento del profitto economico agli arrestati. Per il delitto di estorsione nei confronti dei fratelli D'Ari, costringendoli a versare una somma mensile, già anzitempo pattuita con il precedente titolare di uno dei ristoranti acquisiti, è gravemente indiziato Mollica, insieme a Torre e ai due complici.