IOS 12: sblocco delle porte grazie a NFC?

30 Mag, 2018, 16:37 | Autore: Abelardo Magnotti
  • E se le “complicazioni” arrivassero anche su iPhone con iOS 12

La prossima edizione della WWDC Worldwide Developers Conference prenderà il via il prossimo 4 giugno: quasi certamente, quindi, i tecnici Apple citeranno le novità legate all'utilizzo di NFC e incentrate su iOS 12. Come già avviene regolarmente in Giappone, inoltre, il chip Nfc potrebbe essere usato per pagare i mezzi di trasporto pubblici.

Si tratterebbe di una significativa espansione della tecnologia cosiddetta NFC (Near-Field Communication), già esistente e utilizzata nei sistemi di pagamento 'di prossimità', cioè quelli che consentono di saldare il conto semplicemente avvicinando lo smartphone al Pos. Finora, Cupertino non ha mostrato alcuna intenzione di utilizzare la tecnologia NFC per azioni più comuni, come la condivisione di contenuti, la sincronizzazione di apparecchiature o accessori.

Nel corso degli anni, però, sempre più insistente è emersa la voce che sarebbe stato possibile estendere questa tecnologia ad altri livelli.

L'iPhone potrebbe sostituire le chiavi di casa. Nulla di quanto non si possa già fare con molti smartphone Android, da Samsung a Google, che possono appunto sfruttare il loro chip Nfc per questi scopi. Nel caso di Apple, si è iniziato a percorrere questa strada con iOS 11, aggiungendo il framework CoreNFC. L'adozione di tali funzionalità aumenterebbe notevolmente se il chip NFC degli iPhone fosse reso più ampiamente disponibile.

In futuro l'iPhone potrà aprire la porta di casa o della propria camera d'hotel oppure ancora la portiera dell'automobile.

Il nuovo scenario potrebbe anche consentire alle terze parti di allinearsi con il sistema di sicurezza integrato nell'iPhone per archiviare informazioni sensibili.

Oltre all'accesso a qualche luogo, le indiscrezioni rivelano un altro tipo di scenario. Prima, Apple ha annunciato un forte sconto per la sostituzione della batteria; adesso, ha fatto sapere che offrirà un credito di 60 euro a chi ha sostituito la batteria del proprio iPhone fuori garanzia tra il primo gennaio e il 28 dicembre 2017.