Migranti, Salvini: "Per i clandestini la pacchia è finita"

04 Giugno, 2018, 16:25 | Autore: Menodora Allio
  • Governo: Salvini, ultime ore di lavoro

Lo affermano Luigi Di Maio e Matteo Salvini in una nota congiunta. Il premier ha giurato nelle mani del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e dopo di lui tutti i 18 ministri si sono presentati davanti al Capo dello Stato per pronunciare la formula di rito ("Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della Nazione"). La parte più difficile era la ripartizione dei ministeri di maggior peso. "Ora c'è poco da applaudire la bandiera d'Europa, lo farò quando l'Italia tornerà protagonista, ora applaudo gli alpini, i nostri soldati". Una giornata ricca di emozioni per il giurista di Volturara Appula, che questa mattina ai microfoni dei cronisti aveva rivelato: "Buongiorno a tutti e buon lavoro, sono emozionato". Per l'Economia spunta Tria, preside della facoltà di Economia di Tor Vergata, professore che ha lavorato con Renato Brunetta, è "tiepido" sull'Euro e sostiene la Flat tax anche a costo di aumentare l'Iva. E' la squadra del professor Conte, che sarà affiancato dai due leader Luigi Di Maio e Matteo Salvini, entrambi vicepremer. Salvini arriva alla sua prima esperienza di governo - non ha mai ricoperto ruoli 'esecutivi' nella sua venticinquennale carriera politica, neanche assessore - con il ruolo di vice presidente del Consiglio e ministero dell'Interno.

Giancarlo Giorgetti è stato indicato come sottosegretario alla Presidenza. Economia: Giovanni Tria (Lega). Agli Esteri andrà Enzo Moavero Milanesi. Giustizia: Alfonso Bonafede (M5S). Savona viene spostato al dicastero senza portafoglio degli Affari europei. Nasce con il voto in Parlamento di M5s e Lega. Pubblica amministrazione: Giulia Bongiorno(Lega). A mettere le cose in chiaro è il consigliere regionale M5S Massimo De Rosa, ex deputato: "Il patto tra Lega e Forza Italia reggerà, non credo a un ribaltone in regione - dice all'Adnkronos - Ma il partito di Salvini non può essere 'governo del cambiamento' a livello nazionale e 'governo del cemento e della sanità privata' a livello regionale".

Nel pomeriggio ha invece dovuto affrontare la grana provocata dal ministro della Famiglia Lorenzo Fontana che in un'intervista al Corriere aveva detto: "Le famiglie gay?" Difesa: Elisabetta Trenta (M5S).