Trump: "La Corea del Nord vuole denuclearizzare". Confermato l’incontro con Kim

04 Giugno, 2018, 20:43 | Autore: Menodora Allio
  • Corea Nord Lavrov invita Kim a Mosca

I due leader si vedranno il prossimo 12 giugno a Singapore.

L'ex numero uno dei servizi segreti di Pyongyang è stato il primo funzionario di alto livello del paese asiatico accolto nella capitale americana negli ultimi 18 anni. Dopo aver incontrato, Trump ha dichiarato ai media che contattare con la parte nordcoreana è "un percorso", affermando che attualmente, le due parti stanno "costruendo le relazioni", il che è una tendenza positiva.

La decisione di Trump era arrivata a seguito dell'improvvisa metamorfosi nella retorica del regime nordcoreano, e dello stesso Kim Yong Chol, verificatasi proprio in concomitanza con l'incontro tra Kim Jong Un e il presidente cinese Xi Jinping nel mese di maggio.

Una mossa che sembrava indicare una netta chiusura, velocemente però ribaltata nei giorni successivi, nei quali è continuato il dialogo diplomatico tra gli asiatici e gli americani. Al termine dell'incontro infatti Trump conferma la data del 12 giugno e ribadisce la volontà di denuclearizzazione di Pyongyang.

Trump e il segretario di Stato Usa Mike Pompeo hanno quindi accompagnato Kim Yong Chol fino alla sua automobile. Possiamo andare veloci, oppure più lentamente.

Nella lettera - la cui autenticità è stata confermata da Rudy Giuliani, avvocato di Trump da aprile - gli avvocati Dowd e Sekulow sostengono anche che, grazie a migliaia di pagine di documenti e testimonianze, Mueller abbia già tutte le informazioni di cui ha bisogno, e che di conseguenza la sua inchiesta dovrebbe finire al più presto.

La sua "missione" è quella di consegnare al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, una lettera personale del leader nordcoreano.