Doping, Magnini: "Squalificatelo per 8 anni"

06 Giugno, 2018, 16:43 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Bufera su Filippo Magnini chiesta una squalifica di 8 anni per doping

"Come mi sento? Normale, normalissimo", disse Filippo Magnini il 30 ottobre scorso, alla fine di quattro ore di serratissimo interrogatorio con il Procuratore capo di Nado Italia, Alberto Cozzella. A giugno dello stesso anno si chiudono le indagini penali e il nome di Magnini non è tra i rinviati a giudizio. La Procura nazionale antidoping ha chiesto 8 anni di squalifica per l'ex nuotatore. deferito per favoreggiamento, consumo e somministrazione di sostanze nell'ambito del caso Porcellini, dietologo e mentore del due volte campione del mondo nei 100 m stile libero. Per il collega di Nazionale Michele Santucci, coinvolto nella medesima indagine, la richiesta è stata di 4 anni. Saranno giudicati, non prima di settembre, dalla prima sezione del Tribunale di Nado Italia, presieduta da Adele Rando. Confermata la totale estraneità di Federica Pellegrini.

L'indagine dell'agenzia antidoping era partita dall'inchiesta penale della Procura di Pesaro sul medico Guido Porcellini a cui il nuotatore si era rivolto. Per i quali, non essendo tesserati, arriveranno presto richieste di inibizioni. Magnini, che è sempre stato un simbolo della lotta al doping, ha sempre respinto le accuse nei suoi confronti. Sembra che la Procura, data l'evidenza degli elementi raccolti, abbia addirittura verificato se ci fossero gli estremi per la radiazione.

Ora il Procuratore capo Pierfilippo Lavarini dovrà convincere i giudici in merito alla natura dopante delle sostanze di cui si ipotizza Magnini abbia fatto uso. Il legale dei due atleti non ha rilasciato commenti. "Prima fateci leggere e capire il deferimento".