Nato, il ministro Trenta assicura: "L'Italia onora gli impegni presi"

09 Giugno, 2018, 01:53 | Autore: Menodora Allio
  • Nato, Trenta:

Il numero uno della Nato, interpellato a Bruxelles sul tema, ha spiegato che le sanzioni economiche nei confronti della Russia sono necessarie proprio perché "mandano un messaggio chiaro sul fatto che ciò che Mosca ha fatto in Ucraina deve avere conseguenze".

Stoltenberg ha anche fatto, come prassi, i complimenti a Giuseppe Conte per il suo nuovo incarico di presidente del Consiglio, felicitandosi per l'importanza della Nato sottolineata nel suo discorso al Senato della Repubblica in occasione del dibattito sulla fiducia al suo governo. "L'Italia è un alleato valido e importante, contribuisce alla nostra sicurezza condivisa in molti modi diversi", aveva detto a metà pomeriggio il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg al termine. Saremo fautori di una apertura alla Russia, che ha consolidato negli ultimi anni il suo ruolo internazionale in varie crisi geopolitiche.

A chi chiede se sia possibile un veto italiano in Europa sulle sanzioni alla Russia, il ministro dell'Interno risponde che "dobbiamo ragionarci".

Ancora, "non puntiamo a isolare la Russia - ha precisato il segretario - perché è un nostro vicino", ma Mosca "deve cambiare modo di comportarsi, prima che le sanzioni siano revocate".

"L'Italia è un importante alleato della Nato, ma attenzione: le sanzioni alla Russia sono giuste e devono essere mantenute". Dai programmi elettorali delle due forze al governo del Paese e da quello scritto sul "contratto" tra Lega e M5s, le sanzioni alla Russia dovrebbero essere abolite e si dovrebbe intavolare un discorso di cooperazione che sicuramente porterebbe vantaggi all'economia italiana. Il vertice di bruxelles segnerà in pratica il debutto del nuovo governo italiano sulla scena internazionale: è infatti prevista la presenza della ministra della Difesa Elisabetta Trenta.