Nuova perizia sulla morte di Astori Il giocatore non morì nel sonno

09 Giugno, 2018, 20:09 | Autore: Rufina Vignone
  • Davide Astori morto nel sonno la perizia medica spiega tutto

L'autopsia eseguita in un primo momento sul corpo di Davide Astori (31 anni) evidenziava morte per bradiaritmia, il cuore si era fermato fino a morire. Ipotesi che oggi è stata completamente ribaltata. Lo riporta il 'Corriere della Sera' sulla base della perizia effettuata dai professori Carlo Moreschi e Gaetano Thiene, incaricati dal pm Barbara Loffredo.

Si tratta cioè esattamente dell'opposto rispetto all'ipotesi iniziale.

Se non si fosse trovato da solo in camera, forse si sarebbe potuto salvare.

A quanto pare invece le cose non sono andate esattamente così.

Come è morto Davide Astori quel maledetto 4 marzo 2018 in quella stanza dell'hotel "La' di Moret" di Udine?

Il giorno della tragedia, del resto, nessuno aveva notato in lui qualcosa di strano. "Era sereno, gentile, allegro, come sempre", aveva detto in lacrime Marco Sportiello, il portiere della Fiorentina con il quale aveva giocato alla playstation fino alle 23. La mattina successiva, la tragica scoperta che ha gettato nel lutto una città intera. "Non posso anticipare nulla - ha dichiarato il procuratore di Udine Antonio De Nicolo -". Sul caso la procura di Udine ha aperto un fascicolo a carico di ignoti. Si sta studiando la collocazione migliore che possa poi consentire a chiunque lo vorrà, durante la giornata, di andare a ricordare il Capitano con un proprio pensiero, con tutto l'amore e l'affetto che tutti avevano per un uomo vero, unico. Viene alla mente la tragedia di un altro calciatore, Piermario Morosini, morto sul campo nel 2012 per una "cardiomiopatia aritmogena".