Salvini: smonteremo la Fornero Meno tasse a chi guadagna di più

09 Giugno, 2018, 10:44 | Autore: Menodora Allio
  • Salta l'accordo sui migranti, Salvini esulta

"La gente non vuole avere dei punti dove uno esce alle 8 del mattino, rientra alle 10 la sera e durante il giorno non si sa cosa fa e fa casino...", ha aggiunto.

"Le vicende che queste donne ci raccontano non possono certo essere descritte con il termine 'pacchia' che lei ha voluto utilizzare per una sommaria descrizione della qualità di vita di migliaia di uomini, donne, bambine e bambini costretti a lasciare il proprio Paese - si legge nel testo rilanciato dal Sir - per l'indubitabile insostenibilità della loro situazione dovuta a ingiustizie, povertà, corruzione, impossibilità di costruirsi un futuro, nonché a motivo di conflitti armati". "E' evidente che ci sono dei paesi africani con grossi problemi anagrafici - risponde infatti Salvini a chi gli chiede se il governo riporterà dagli attuali 90 giorni a 18 mesi, i tempi di permanenza nei Cpr - 2 o 3 mesi non sono sufficienti per l'identificazione. Saremo non più severi ma più giusti nel dare diritti a chi davvero ha diritti, ma nel sospendere le pratiche a chi invece non ha alcun diritto a restare in Italia". Quattro degli aggressori sono stati arrestati dalla polizia. La maggioranza assoluta è stata dunque respinta come infondata. Lo ha detto il vicepresidente del consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, a Brindisi per sostenere il candidato sindaco Massimo Ciullo. Finalmente hanno detto la verità. Il ministro dell'Interno ha parlato anche di revisione delle regole per le Ong. "Stiamo lavorando sul fronte del Mediterraneo per implementare gli accordi che già ci sono, ma occorre cambiare la normativa a monte". "Non ha senso litigare al Brennero per chi prende il migrante, meglio proteggere le frontiere".

Poi intervendo in diretta streaming da Como, Salvini afferma: "Dico Nato sì, però ripeto che la nostra linea di difesa, per l'Italia, non è a est ma a sud, con i barconi che arrivano da Libia e Tunisia, quindi ho chiesto al premier Conte di farsi portavoce di questo".