Con Hiv da 11 anni, arrestato 'untore'

13 Giugno, 2018, 17:20 | Autore: Rufina Vignone

"Io non sono malato" e soprattutto, "l'Aids non esiste!": quanto riporta la Polizia rispetto alle dichiarazioni rilasciate dal 35enne anconetano durante l'arresto fa impressione e inquietudine rispetto ad una vicenda ancora con i contorni oscuri. L'uomo, che nega la malattia di cui è affetto da almeno 9 anni, è accusato di lesioni dolose gravissime. La delicata indagine è stata condotta dalla Polizia di Stato di Ancona in collaborazione con il Servizio Centrale Operativo, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona.

Potrebbero essere oltre 200 le donne potenziali vittime di contagio del virus Hiv per rapporti sessuali con l'uomo, un autotrasportatore di 36 anni, di Ancona, che viaggiava in tutta Italia per lavoro.

Spunta un nuovo caso di "untore" dell'aids, stavolta ad Ancona. Per questo ha continuato nel tempo ad avere rapporti sessuali, anche non protetti, senza informare le partner occasionali. L'arresto è stato eseguito dagli agenti della squadra mobile e adesso l'uomo si trova nel carcere di Ancona. L'uomo era stato arrestato nel dicembre del 2015 con l'accua di aver infettato sette partner conosciute in chat, ma il pubblico ministero Francesco Scavo è riuscito a risalire alle altre vittime con l'aiuto della polizia giudiziaria.