Casa » Sport

Gp del Canada, vince Vettel e torna leader del Mondiale

13 Giugno, 2018, 03:40 | Autore: Ave Pintor
  • F1 GP Canada Qualifiche pole position a Vettel in prima fila con Bottas

Questo pomeriggio Pirelli, fornitrice unica di pneumatici del Circus iridato, ha diffuso le scelte di team e piloti per la gara transalpina. Era dal 2004 con Schumacher che la Ferrari non trionfava a Montreal. Nel mondiale cambia il leader, formalmente Vettel, di fatto uno scenario appaiato tra i due contendenti.

Il team che più ha osato nella scelta gomme è stata la Williams.

FORMULA 1 Sebastian Vettel ha vinto il Gran Premio del Canada, settimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno. Alle spalle del tedesco ci sono quindi Hamilton, Raikkonen, Verstappen, Ricciardo, Bottas, Perez, Ocon, Gasly e Sainz.

Dopo i ricordi legati al pantheon delle stelle ferrariste, Vettel ha posto la lente d'ingrandimento sulla gara: "Al via ho cercato di prendere un certo vantaggio, ero molto contento del mio primo giro, ma poi è uscita la safety car e ho dovuto ricominciare dall'inizio".

Vettel: "Con la nuova power unit abbiamo fatto un ottimo step evolutivo". A dimostrazione che anche l'esperienza e il talento nulla hanno potuto con il Wall of Champions.

Il finlandese in Canada ha continuato a utilizzare il vecchio propulsore perché non in linea con le rotazioni serratissime delle componenti della PU dopo i problemi patiti in Spagna.

GP Canada, Montreal, 4.361km, 70 giri, 305.27km totali.

Per la prima volta nell'era Turbo/Hybrid la Mercedes non è in pole a Montreal.

Sebastian Vettel e Lewis Hamilton avranno tre treni di Supersoft e un solo set di Soft a testa, mentre Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas potranno contare su 2 set di Supersoft e altrettanti di Soft. Eppure, l'inglesino, su un tracciato a lui molto favorevole, non è mai sembrato in grado di poter imporre la propria velocità sugli altri, anzi.

Vettel in testa alla corsa martella sull'acceleratore, tenendo a distanza la Mercedes, mentre già prima del ventesimo giro il primo pit stop regala a Ricciardo una posizione, consentendo all'australiano di scavalcare Hamilton, in difficoltà e preoccupato per le prestazioni del suo motore. Dopo quattro gare senza sorriso il tedesco di Maranello si è di nuovo arrampicato sul gradino più alto del podio mostrando che la Ferrari è ancora in forma e può piegare i rivali su tutti i circuiti.

Tanta amarezza, inoltre, anche per il weekend incolore di Kimi Raikkonen.

La gara è stata appena meno noiosa del Gran Premio di Montecarlo, che aveva sollevato le proteste dei piloti per la sua piattezza e assenza di emozioni. I tempi di entrambi i piloti sono arrivati con pneumatici hypersoft. Le due vittorie ottenute finora dall'alfiere Mercedes sono infatti arrivate in circostanze fortunose, come nel caso di Baku, o in condizioni particolari di netta superiorità della vettura, come a Barcellona.