Casa » Sport

Milan, Yonghong Li a caccia al socio di minoranza proprietario del futuro

13 Giugno, 2018, 16:11 | Autore: Ave Pintor
  • YonghongLi

Continuano le manovre attorno al Milan: mentre Li Yonghong si muove per cercare quel socio di minoranza che gli consentirebbe la continuità aziendale, rinviando ancora l'ingresso di Elliott, oltre a sperare di convincere l'Uefa a confermare l'Europa League, circola un nuovo nome che aspirerebbe a diventare il nuovo proprietario rossonero. Possibile che l'identità venga svelata già in occasione del Cda in programma per venerdì mattina a Casa Milan.

Positivo il blitz italiano di Yonghong Li che avrebbe trovato un socio di minoranza per il Milan. L'urgenza è che intanto i celebri 32 milioni arrivino entro fine mese perché solo così la società rossonera potrà "saldare i conti con l'Uefa", pagando l'ultima rata di aumento di capitale. Innanzitutto in ottica Elliott, il fondo anglo-americano che vanta complessivamente nei confronti del Milan e del suo proprietario 303 milioni di credito (interessi esclusi) e che in tutto questo tempo è rimasto con discrezione alla finestra, in attesa di capire se Li Yonghong avrebbe rispettato tutte le scadenze finanziarie.

In difficoltà dopo la chiusura delle autorità cinesi agli investimenti nel calcio in Europa, mister Li ha dovuto accettare l'ingresso di un nuovo socio.

Il nuovo socio entra subito con una quota di minoranza che serve per ricapitalizzare il club. Martedì infatti Fassone sarà ascoltato a Nyon dalla Camera giudicante della Uefa: nei giorni successivi, arriverà il verdetto. Tempistiche? Il Milan confida che il partner sia operativo in tempo per l'eventuale ricorso al Tas di Losanna, nel caso in cui la Uefa la settimana prossima escluda il club dalle coppe.

MILIONI. I 32 milioni che ancora mancano per completare la seconda tranche da 60 di aumento di capitale sono in arrivo.