Salvini: "Aquarius ha rifiutato di farci soccorrere donne e bambini"

13 Giugno, 2018, 06:31 | Autore: Menodora Allio
  • MIgranti nave aquarius

Alla Valletta, invece, sostengono che le operazioni di trasbordo dei migranti siano avvenute addirittura nelle acque libiche e che i soccorritori si siano poi coordinati con le autorità italiane. "Estrema destra: vietato l'approdo in Italia all'Aquarius". Lo ha comunicato Sos Mediterranee. E recita quanto segue.

Sul sito MarineTraffic.com è possibile visualizzare la posizione esatta della nave Aquarius, contrassegnata da un simbolo celeste.

L'articolo 10 del Testo parla dei respingimenti, cioè la pratica di allontanare uno o più migranti che secondo lo stato non sono nella condizione di poter essere accolti. Repubblica ha riportato che dalla Aquarius hanno fatto sapere di avere viveri solo per 48 ore, sollecitando a fare presto. Alle 14 e 40 di ieri si sblocca l'odissea della motonave Aquarius con a bordo 629 migranti.

L'obiettivo di salvare le vite è stato insomma realizzato. Ma adesso il problema è un altro. "Le vite umane vanno salvate", è il messaggio che il ministro dell'Interno tiene a far passare a fine serata. Quel che è certo, ha detto ancora Porro, è che "Valencia dista 700 miglia il che vuol dire che, alla nostra velocità, impiegheremo 3-4 giorni per arrivare, ci troveremmo in una situazione difficile". Ci sono le leggi internazionali!, ci siamo detti. E scopriremo che sono molti più i Salvini in Europa di quello che pensiamo. NO al business dell'immigrazione clandestina.

Anche Danilo Toninelli fa sentire la sua voce: "È necessario, stavolta, che tutti comprendano che il diritto internazionale non può prevedere un'Italia abbandonata a se stessa".

Un'ora più tardi dalla pubblicazione di questo messaggio, sulla pagina Facebook di Salvini è apparsa un'immagine piuttosto eloquente del neoministro dell'Interno a braccia conserte, con sotto lo slogan/hashtag: #chiudiamoiporti. Questa mattina, sempre sui social, Salvini ha rincarato la dose. Associazione tedesca, nave olandese, Malta non si muove, la Francia respinge, l'Europa se ne frega. "La vita umana per noi continua ad avere un valore assoluto, senza distinzione di colore di pelle". Stavolta c'è chi dice no! "Per cui è assolutamente escluso che i migranti debbano essere sbarcati a Malta".

L'ambasciatrice di Malta in Italia, Vanessa Frazier, ha ribadito: "I 629 migranti dell'Aquarius non li accogliamo, è una questione di principio". Tuttavia il governo maltese, responsabile di una zona vastissima, si è avvalso sinora della cooperazione dell'Italia per il pattugliamento della propria zona di responsabilità: nella prassi il Centro di Coordinamento regionale Sar maltese non risponde alle imbarcazioni che la contattano né interviene quando interpellato dal Centro di Coordinamento regionale Sar italiana. C'è chi, tra i sostenitori della politica di rigidità di Salvini e del Governo, ha scritto in favore della chiusura dei porti con l'ashtag #salvininonmollare. Proposta mai arrivata alla nave, dice la portavoce di Aquarius. Le reazioni che ha generato lo dimostrano.

Oltre 2.800 beneficiari di protezione sono stati reinsediati o ricollocati negli Stati Uniti e in altri Paese Ue. "Ovviamente - ci tiene a sottolineare il sondaggista - si tratta di una materia esplosiva e quindi è un sostegno prudente che deve tenere conto di situazioni particolari quali donne incinta e bambini". Noi abbiamo ricevuto nel pomeriggio una e-mail in copia in cui l'MRCC di Roma contattava l'omologo di Malta. "Al momento non abbiamo istruzioni specifiche di cosa fare".