Astori, dopo la svolta nelle indagini interviene la famiglia

14 Giugno, 2018, 17:00 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Astori, la perizia medica svela:

Astori morì improvvisamente a Udine il 4 marzo del 2018 nell'hotel dove la squadra era in ritiro prima della partita di campionato con l'Udinese. "Posso solo dire che sul caso è aperto un fascicolo a carico di ignoti con ipotesi di omicidio colposo".

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Davide Astori, difensore della Fiorentina, è morto per una patologia cardiaca mai scoperta. Forse - e qui il condizionale è davvero un obbligo - se qualcuno fosse stato in camera con lui, avvertendo immediatamente i medici, avrebbe potuto salvargli la vita.

E soprattutto è stata ribaltata la tesi iniziale per cui a fermare il cuore del giocatore non sarebbe stata una bradiaritmia (rallentamento), bensì una tachicardia (accelerazione). Siamo certi che comprendiate le ragioni della nostra richiesta, dettata dalle estreme difficoltà del momento. In particolare, la famiglia si riferisce alle "notizie diffuse nei giorni scorsi", che per loro sarebbero "estremamente confuse, contraddittorie e fuorvianti, poiché tutte le informazioni desunte da approfondimenti clinici e relazioni medico-legali non sono ancora state pubblicate, al punto che neanche noi ne siamo a conoscenza".

Chiedono ai media il silenzio sulle indagini in corso, come forma di rispetto nei confronti di Davide Astori e di loro stessi.

E noi siamo completamente d'accordo con la famiglia di questo giovane calciatore.