Conte sente Macron al telefono. Confermato il vertice di Parigi

14 Giugno, 2018, 20:46 | Autore: Menodora Allio
  • Italia, dopo il no all’Aquarius ecco lo sdegno ipocrita dell'Europa

Per le cene "ci sarà tempo quando i francesi avranno un atteggiamento meno ipocrita e più collaborativo, magari assumendosi le proprie responsabilità". In particolare, il presidente francese Macron ha parlato di "una forma di cinismo e di irresponsabilità" da parte dell'Italia. "Ieri sera ho ricevuto una telefonata da Emanuel Macron il quale ha tenuto a precisare che le dichiarazioni uscite non sono a lui attribuibili quindi non ha mai offeso l'Italia e il suo popolo".

"Con Parigi il caso è chiuso, ma ora dobbiamo lavorare alla riforma dei regolamenti di Dublino" sui richiedenti asilo. E' stato confermato l'impegno dei due Paesi "a prestare i soccorsi nel quadro delle regole di protezione umanitaria delle persone in pericolo". Così Giuseppe Conte ha archiviato il caso con la Francia esploso dopo le dure critiche alla gestione della vicenda la nave Aquarius arrivate da Parigi, con il portavoce del partito del presidente francese, Gabriel Attal, che aveva definito "vomitevole" la scelta del governo M5S-Lega di chiudere i porti all'imbarcazione con 629 migranti a bordo, e il capo dell'Eliseo aveva parlato di decisione "cinica e irresponsabile".

La risposta di Macron non si è fatta attendere. Fonti del Mef spiegano che "i due ministri si sono parlati al telefono in un clima cordiale e in vista dell'Eurogruppo e l'Ecofin di Lussemburgo il 21 e 22 giugno si incontreranno". Tra le mani ha la relazione che gli hanno preparato i tecnici del Viminale, ma se ne infischia. Macron esorta a "non cedere alle emozioni, che alcuni manipolano" e assicura che la Francia "lavora mano nella mano con l'Italia" per gestire i flussi migratori.

Mercoeldì però Macron è tornato ad attaccare, questa volta Salvini. "Mi auguro e spero che eserciti la sua generosità anche nelle prossime settimane, avendo spazio per farlo", ha detto Salvini ricordando che l'Italia accoglie 170mila migranti e la Spagna 16mila. La mia visita a Parigi resta.

Il quotidiano di via Solferino riferisce anche della lettura che governo e ministero degli Esteri hanno dato delle parole di Macron. Il presidente francese ha bisogno di arginare la crescita di Marine Le Pen e si trova nei territori dove la sua rivale è molto forte.

TRIA ANNULLA TRASFERTA - Ieri, viene raccontato, avrebbe messo in dubbio il bilaterale con Emmanuel Macron vincendo le resistenze di chi, tra i suoi consiglieri più stretti, temeva l'incidente diplomatico.