Casa » Sport

Playoff Serie B, Frosinone e Palermo in finale: eliminate Cittadella e Venezia

14 Giugno, 2018, 04:36 | Autore: Ave Pintor
  • La delusione di Pippo Inzaghi

Il primo round è del Palermo ma adesso servirà l'ultimo tassello per tornare in serie A. I rosanero battono il Frosinone 2-1 in un Barbera caldo e passionale e adesso nel match di ritorno di sabato basterà non perdere per tornare in massima serie. Il Frosinone ha passato il turno con un risultato complessivo fra andata e ritorno di 2-2 per via della regola dei playoff che stabilisce che la squadra con il miglior piazzamento in classifica abbia il vantaggio in caso di parità.

Diverse novità nel Palermo: Stellone torna alla difesa a 3 con Bellusci out, linea composta da Rajkovic, Struna e Dawidowicz.

FROSINONE (3-5-2): Vigorito; M. Ciofani, Terranova, Krajnc; Paganini, Chibsah, Gori, Sammarco, Crivello; Ciano, Dionisi. I rosanero, spinti dagli oltre trentamila del Barbera, si buttano in avanti e al 9' chiedono un rigore (più che sospetto) su Nestorovski. Mi arrabbiavo perché quando entravamo in possesso di pallla non eravamo puliti nei primi due passaggi e questo ci ha impedito di sviluppare la manovra con lucidità. Sempre il macedone al 21' in area viene trattenuto e colpisce alto di testa. Nella ripresa il Palermo prosegue incessante l'ottimo lavoro a centrocampo e gioca spesso nella metà campo avversaria. La serie A dista appena 180 minuti per entrambe le compagini e mentre il fattore pratico elargisce un ipotetico dono ai ciociari, cui bastano due pareggi per fare il "grande salto", la cabala sorride ai rosanero: in sei incontri, distribuiti nientemeno che nell'arco di 30 anni, 5 volte hanno avuto la meglio i siciliani, poi giusto un pari allo "Stirpe".