Ritirati medicinali contenenti valsartan, si valuta il grado di contaminazione

10 Luglio, 2018, 11:54 | Autore: Rufina Vignone
  • Farmaci per la pressione ritirati dall'Aifa: contengono una sostanza cancerogena

Sono stati ritirati dall'Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco, alcuni farmaci per curare l'ipertensione in quanto contaminati da una sostanza cancerogena.

L'Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco, ha disposto il ritiro di diversi lotti di farmaci a base del principio attivo valsartan. Gli esperti hanno deciso, a scopo precauzionale, di chiedere a farmacie e catene distributive di bloccarne la vendita.

Si tratta di medicinali di varie aziende produttrici utilizzati per il trattamento dell'ipertensione arteriosa, dell'insufficienza cardiaca e nei pazienti che hanno subito un infarto. L'Agenzia Italiana per il Farmaco ha disposto il ritiro precauzionale per 748 lotti di farmaci a base di valsartan (Combisartan, Valpressio, tra gli altri): clicca qui per elenco farmaci.

Dopo aver letto l'elenco, l'Aifa consiglia ai pazienti che se il farmaco che si assume non è tra quelli indicati nella lista, si può tranquillamente continuare il trattamento.

L'Aifa sta collaborando con l'Ema, l'Agenzia Europea per i Medicinali, per scoprire quale sia il grado di contaminazione dei prodotti coinvolti. Il motivo è da considerarsi decisamente grave visto è stata riscontrata un'impurità nel principio attivo prodotto dall'officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nello stabilimento di Chuannan, Duqiao, Linai (China).


- I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell'angiotensina II. Se sei in trattamento con uno dei prodotti sopra elencati, consulta il medico il prima possibile per passare ad altri farmaci.

Vengono ritirati diversi medicinali contenenti valsartan. In ogni caso è sempre meglio contattare il proprio medico di famiglia, per avere maggiori informazioni e per concordare una cura alternativa con un medicinale che non sia coinvolto nel ritiro.

"Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi - scrive Aifa - rivolgiti al clinico responsabile dello studio".

- i pazienti trattati con i medicinali riportati nell'elenco, la terapia può essere sostituita con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell'angiotensina II.