Thailandia, salvati tutti i ragazzi e l'allenatore

11 Luglio, 2018, 13:05 | Autore: Menodora Allio
  • I soccorritori nella grotta in Thailandia

Tutti i ragazzi della squadra dei Cinghiali per più di due settimane prigioniera nella grotta di Mae Sai e il loro allenatore sono liberi.

È appena uscito dalla grotta Tham Luang il secondo ragazzo del gruppo di oggi, ossia il decimo complessivo dall'inizio dell'operazione. Le previsioni dei soccorritori dovranno però fare i conti con gli eventuali imprevisti, primo fra tutti il meteo avverso. Gli altri quattro, insieme all'allenatore, saranno estratti domani, 10 luglio. La quantità di ossigeno presente nella grotta e all'interno delle bombole sparse nel percorso dai soccorritori è infatti limitato. Bisogna assicurarsi che sia sufficiente non solo per i ragazzi ma anche per i sub che li accompagnano. L'operazione di lunedì è stata svolta in meno tempo rispetto al primo recupero di domenica, grazie all'esperienza accumulata dai sub. Lo ha detto questa mattina un medico dell'ospedale Prachanukroh di Chiang Rai, dove i ragazzi sono ricoverati. L'esperienza accumulata nella prima giornata di soccorsi ha permesso di rendere più veloci le operazioni di ieri e quelle di oggi. La maggiore preoccupazione del medici riguarda l'apparato respiratorio dei piccoli calciatori. Domenica quattro di loro sono stati tratti in salvo. Autorità e genitori dei bambini sono al corrente dei rischi della decisione, ma la nuova ondata di maltempo che nelle prossime ore investirà la zona ha spinto a trovare una soluzione alternativa al piano originario che si sarebbe potuto completare in circa due mesi, stando alle stime degli esperti. Tutti stanno prendendo antibiotici e sono nutriti con riso bollito, pane e crema di cioccolato, dopo le gelatine ad alto contenuto energetico e di minerali ma facilmente digeribili con cui sono stati alimentati mentre erano ancora intrappolati per recuperare le forze necessarie a uscire.


Le famiglie dei ragazzi stanno vivendo quella che una madre ha definito una "tortura". Restano da estrarre ancora 5 persone, incluso l'allenatore.