Mondiali, Djokovic: "Forza Croazia". Un politico serbo: "Non ti vergogni?"

12 Luglio, 2018, 16:26 | Autore: Cleonico Iarussi
  • Tifosi croati allo stadio

Sul tabellone Sisal Matchpoint, anche grazie al fatto che i bianconeri potrebbero tutti e tre essere presenti in finale, è la Juventus a condurre i giochi, data a 2,75. La realizzazione del sogno di una intera generazione.

La Croazia si è qualificata alla finale di domenica dopo aver battuto 2-1 l'Inghilterra, mercoledì 11 luglio, nella terza gara consecutiva del suo Mondiale giocata fino ai tempi supplementari. Una prospettiva possibile se si pensa che i bianconeri sono, al momento, la formazione di Serie A a cui sono rimasti più calciatori in gioco nella manifestazione: Mario Mandzukic e Marco Pjaca (rientrato dal prestito allo Schalke 04) nella Croazia e Blaise Matuidi nella Francia. E ora la squadra di Luka Modric ha superato quella di allora guidata da Zvone Boban, e giocherà per il titolo mondiale contro i Bleus.


"Si tratta di un metodo molto semplice per migliorare la respirazione e la vigoria fisica: si impregna il cotone di ammoniaca e poi si inala". La polemica è scaturita da un tweet del politico nel quale ha duramente attaccato Djokovic con la frase più che eloquente: "Solo gli idioti possono sostenere la Croazia, Novak non ti vergogni?". "Non ci siamo mai fermati e non intendiamo fermarci domenica, saremo campioni", ha detto a caldo Dalic alla stampa croata. Oggi, il medico della nazionale, Eduard Bezuglov, ha chiarito cosa è accaduto, respingendo però ogni accusa.