Cina, la moglie di un dissidente lascia il Paese

13 Luglio, 2018, 10:20 | Autore: Menodora Allio
  • La vedova di Liu Xiaobo via dalla Cina dopo 8 anni ai domiciliari

La vedova del dissidente cinese e premio Nobel per la pace, Liu Xiaobo, finora tenuta di fatto agli arresti domiciliari, ha lasciato la Cina.

La notizia è arrivata un po' a sorpresa e le è stato consentito di lasciare la Cina. "Ha lasciato il Paese per cure mediche, di sua volontà", ha detto la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying.


Sebbene Liu Xia non sia mai stata formalmente incriminata per qualche reato né sottoposta a un processo, la donna ha vissuto per anni isolata dal mondo nella sua casa alla periferia occidentale di Pechino. Si dichiarò pronta a morire per protesta contro gli arresti domiciliari ai quali fu costretta in assenza di contestazioni formali dal 2010, anno in cui fu assegnato il premio Nobel per la Pace a suo marito. Liu Xiaobo è morto un anno fa, mentre scontava una condanna a 11 anni di carcere per "incitamento alla sovversione dei poteri dello Stato", per aver ispirato la "Charter 08", il piano di riforme e la fine del partito comunista unico. Ieri il premier cinese Li Keqiang, in visita in Germania, aveva incontrato la cancelliera tedesca Angela Merkel.