Casa » Sport

Il Milan riparte da Elliott, l’obiettivo è la stabilità finanziaria

13 Luglio, 2018, 00:05 | Autore: Ave Pintor
  • Milan Mirabelli futuro Gattuso

Il passaggio di proprietà è avvenuto in seguito al mancato rimborso dei 32 milioni di euro anticipati da Elliott due settimane fa per un aumento di capitale. Ecco allora che la nuova proprietà del Milan, gestita dal fondo Elliott, ha deciso di assumere con saggezza e raziocinio la sua prima mossa dirigenziale: Gattuso, Fassone e Mirabelli sono stati confermati nei rispettivi ruoli.


L'unica controindicazione è rappresentata da una storica idiosincrasia dell'Uefa nei confronti dei fondi nel calcio, ma le intenzioni di Elliott ("creare stabilità finanziaria e di gestione; ottenere successi di lungo termine per AC Milan cominciando dalle fondamenta, assicurandosi che il club sia adeguatamente capitalizzato; e condurre un modello operativo sostenibile che rispetti le regole della UEFA sul Financial Fair Play") sono confortanti e di questo il Tas di Losanna non potrà non tenere conto. Intanto Elliott ha modificato il board di Rossoneri Sport Investment Luxembourg, la holding con cui Li Yonghong controllava il Milan, inserendo gli stessi amministratori nominati ieri nella Rossoneri Champion Investment Luxemburg, società lussemburghese in testa alla catena di controllo costruita poco più di un anno fa dal cinese. Elliott è pienamente consapevole della sfida e dell'impegno che derivano dall'essere proprietari di un'istituzione così importante. Elliott è impaziente di cimentarsi nella sfida di realizzare il potenziale del club e di restituirlo al pantheon dei top football club Europei al quale AC Milan appartiene di diritto. Secondo La Gazzetta dello Sport gli statunitensi hanno già predisposto la revisione della memoria difensiva che il club presenterà in Svizzera, con l'obiettivo di essere riammessi alle competizioni internazionali. Quest'anno, inoltre, la finestra estiva del calciomercato si chiuderà a metà agosto e non più alla fine del mese, e per questo le squadre di Serie A sono attive sul mercato già da tempo.